Querce piange la morte del parrucchiere Pino Cerfeda

Un malore improvviso lo ha stroncato nella giornata di venerdì

Anche Fucecchio piange la scomparsa del parrucchiere Pino Cerfeda. 

Coiffeur molto noto a Pistoia, Pino Cerfeda lavorava fin da ragazzo, insieme ai fratelli Andrea e Gianni, nel negozio aperto dal padre Tonino in Galleria Nazionale. La sua morte improvvisa, all’età di 58 anni, ha gettato nello sgomento molte persone anche a Fucecchio.

Con la moglie Alberta (socia di un maglificio in zona Ferruzza) e i figli Veronica e Gianmarco viveva nella frazione di Querce. Oltre a loro, lascia la madre Rosetta, la sorella Angela e il nipotino Geremia, tre anni, che da quando era nato era diventata una delle sue principali passioni. Insieme a quella per la libertà: la libertà di andare a cavallo o di percorrere migliaia di chilometri in Vespa.

Pino se n’è andato venerdì scorso per un malore improvviso che lo ha colpito mentre si trovava nella sua casa che aveva ristrutturato trasformandola in un piccolo paradiso sulle verdi colline delle Cerbaie. A niente è servito il pronto intervento di un medico che abita vicino e del 118.

A Pino rivolgono commosse un saluto le nipoti Ilaria e Federica. Cordoglio cui si associa l’intera redazione de Il Cuoio in Diretta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.