Coronavirus, 41 nuovi contagi e 4 morti in più in provincia di Pisa

I dati elaborati dalla Regione: aumentano le guarigioni, calano i ricoverati

Sono 41 i casi in più di contagi da coronavirus in provincia di Pisa rispetto a ieri. Questo secondo le elaborazioni dell’agenzia regionale di sanità e dall’unità di crisi coronavirus.

Purtroppo, si registrano 28 nuovi decessi: 18 uomini e 9 donne residenti in Toscana, 1 fuori regione. Fra questi 4 sono della provincia di Pisa.

L’Asl Toscana Nord Ovest nel suo ambito territoriale segnala 20 nuovi casi: 4 a Pisa e a San Giuliano Terme, 3 a Cascina, uno a Vecchiano, Bientina, Capannoli,  Peccioli, Pomarance, Ponsacco e Pontedera.

Nell’Asl Centro per la provincia di Pisa si segnala un solo caso a Pontedera e nessun decesso su 117 tamponi positivi e 14 morti nelle ultime 24 ore a livello aziendale.

Calano però ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid 19: oggi sono 11221, meno 13 rispetto a ieri, di cui 238 terapia intensiva (più 1 in più rispetto a ieri). Si tratta del dato più basso a partire dal 24 di marzo.

Nel frattempo continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 578 (+79), delle quali 327 (56,6%) riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 251 (43,4%) quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

In regione i casi positivi in più rispetto a ieri sono 277, in aumento rispetto al giorno precedente quando erano stati 231. Sono 78640 i tamponi eseguiti complessivamente (di cui 2884 oggi) mentre sempre oggi ne sono stati analizzati 4230.

Questi i casi positivi sul territorio che ricordiamo si riferiscono alla provincia in cui è stata eseguita la diagnosi e non a quella di residenza: 2.259 a Firenze (105 in più rispetto a ieri), 393 a Prato (23 in più), 506 a Pistoia (16 in più), 855 a Massa (41 in più), 1020 a Lucca (14 in più), 677 a Pisa (41 in più), 398 a Livorno (19 in più), 429 ad Arezzo (12 in più), 371 a Siena (2 in più), 327 a Grosseto (4 in più).

Complessivamente 4941 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (183 in più rispetto a ieri).

In termini di mortalità la Toscana si situa ancora ampiamente al di sotto della media italiana: 18 decessi su 100mila abitanti contro 32 su 100mila, con una differenziazione sul nostro territorio per Asl che vede la Nord ovest con 18,3 per 100mila abitanti, seguita dalla Centro con 132 ed infine la Sud est con 5,1.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.