“Sapeva farsi volere bene da tutti e aveva sempre la battuta pronta”, addio a Ruberti

Il cordoglio della Cna di Pisa, dove era stato dirigente

Ieri 15 aprile, all’ospedale di Cisanello a Pisa, è morto Roberto Ruberti, stimato e amatissimo dirigente delle Cna di Pisa in cui ha lavorato per oltre 25 anni fino al 2009. Roberto lascia la moglie Gabriella, i figli Federico e Francesca e gli amati nipotini Arturo, Sebastian e Cloe.

Deceduto per una improvvisa malattia, Ruberti era una persona vivace, simpatico e sapeva fare gruppo. Lo ricordano alla Cna: “Sapeva farsi volere bene da tutti e aveva sempre la battuta pronta, con il suo bel sorriso e con grande gentilezza: per questo era apprezzato e benvoluto da tutti dagli imprenditori e da tutti i colleghi”.

Era da pochi anni in pensione, dedicandosi ai nipoti e alle sue passioni: la vela e la terra, un piccolo appezzamento in Maremma nel quale aveva piantato vigne e ulivi e che gli regalava momenti sereni con la caparbietà che lo ha sempre contraddistinto. E non mancando mai di seguire, sia all’Arena Garibaldi che in innumerevoli trasferte, il suo amatissmo Pisa.

Tutta la Cna, “i vertici e i colleghi tutti, compresi anche i presidenti e coloro che hanno lavorato nel passato insieme a Roberto, partecipano al dolore della famiglia e si uniscono al profondo cordoglio per la sua scomparsa”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.