Ancora 18 morti per coronavirus in Toscana, nuovo positivo a Santa Croce

Nella regione il covid 19 ha causato la morte di circa 0,02% della popolazione dal 13 marzo. In regione crescita delle infezioni sotto l'1%

Ancora 18 decessi per coronavirus nelle ultime 24 ore in Toscana: 12 uomini e 6 donne con un’età media di 81,9 anni. Sono 15 in provincia di Firenze (2 in Empolese) e 3 in provincia di Lucca.
Sono 723 i morti dall’inizio dell’epidemia in Toscana così ripartiti: 217 a Firenze, 38 a Prato, 72 a Pistoia, 111 a Massa Carrara, 104 a Lucca, 66 a Pisa, 41 a Livorno, 28 ad Arezzo, 25 a Siena, 14 a Grosseto, 7 persone sono decedute in territorio toscano ma erano residenti fuori regione.
In Toscana il coronavirus quindi avrebbe colpito in modo fatale 0,02 per cento. Infatti il tasso grezzo di mortalità toscano è di 19,4 ogni 100mila residenti contro il 40 ogni 100mila della media Italiana.

Sono 80 invece i nuovi contagiati da coronavirus diagnosticati in Toscana nelle ultime 24 ore. Una cifra che porta i tamponi positivi dall’inizio della pandemia nella regione a quota 8780.
I nuovi contagiati sono 12 nella Asl Nord Ovest (Costa che comprende anche Lucca, Massa Carrara, Livorno oltre a Pisa) in provincia di Firenze 35 (51 in più nella Asl toscana centro: Firenze, Pistoia, Prato, Empoli) e 4 in tutto in provincia di Pisa: uno a Pisa, Vicopisano, Casciana Terme Lari, Santa Croce sull’Arno (il marito di una donna già risultata positiva).

Nei territori dell’Ausl Toscana Centro sono 44 in tutto i nuovi casi positivi, in zona empolese c’è un nuovo positivo a Certaldo.

I nuovi casi sono lo 0,9% in più rispetto al totale del giorno precedente. Per il terzo giorno consecutivo i nuovi casi sono meno di 100, il punto più basso a partire dal 13 marzo 118.177 tamponi.
Il trend comunque è incoraggiante. Per il terzo giorno consecutivo i nuovi casi sono meno di 100, il punto più basso a partire dal 13 marzo.
La regione si assesta al decimo posto in Italia come numerosità di casi, con circa 235 casi per 100.000 abitanti, la media italiana 300 ogni 100mila, dato di ieri. Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa con 492 casi ogni 100.mila abitanti, Lucca con 316, Firenze con 276, la più bassa Livorno con 148.

Complessivamente, 5.212 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (39 in più rispetto a ieri).
Sono 17.267  (6 in più rispetto a ieri) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl centro 8.300, nord ovest 7.750, sud est 1.217).
Si riducono ulteriormente le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid che oggi sono complessivamente 959 (35 in meno di ieri), di cui 168 in terapia intensiva (-6 rispetto a ieri). E’ il punto più basso raggiunto dal 18 di marzo 2020 per le terapie intensive ed dal 21 di marzo per i ricoveri totali.
Le persone complessivamente guarite salgono a 1.886 (più 58 rispetto a ieri): 995 persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 891 (più 58 persone) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo: questa è la categoria che ha annoverato l’intero ammontare delle guarigioni di oggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.