“Volevo andarmene in punta di piedi, così come ero arrivato” ma Pontedera fa festa per Stella foto

Dopo 34 anni di lavoro al servizio della comunità, sempre vestendo l'uniforme, il comandante della stazione carabinieri va in pensione

“Mi sarebbe piaciuto andarmene in punta di piedi, così come sono arrivato. Ma così non è stato e adesso mi fa piacere, vi ringrazio. Rimarrò a Pontedera: ho comprato casa qui, i miei figli sono cresciuti qui”. Un saluto al carabiniere, quindi, ma non all’uomo quello che, oggi 23 giugno, Pontedera ha voluto dare al luogotenente dell’Arma e comandante della stazione di Pontedera Nicolo Biagio Stella, cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica.

Stella sta per andare in pensione, a 34 anni da quel primo maggio dell’86 al quale risale il suo primo servizio a nella città della Piaggio. “Il comandante della scuola allievi sottufficiali – racconta – mi disse al termine del corso: Dove vuoi andare? E io scelsi Orbetello ma lui mi mandò a Pontedera dicendomi: Ci rimarrai tutta la vita. E così è stato”.

A salutarlo c’era tutta l’amministrazione comunale, oltre ai vertici dell’Arma, della Polizia di Stato, della Guardia di finanza e anche agli ex sindaci della città a cominciare dall’ultimo degli ex Simone Millozzi.

“Abbiamo sempre avuto – ha detto l’ex sindaco Simone Millozzi – la capacità di collaborare per perseguire gli stessi obiettivi. Una volta, per far scendere uno dal tetto si spacciò per sindaco di Pontedera. Ringrazio Stella per tutto quello che ha dato a questa città”.

Tanti gli interventi per salutare il luogotenente dal parroco fino all’attuale sindaco Matteo Franconi. Persone che hanno portato la loro testimonianza che alla fine hanno narrato il rapporto profondo che negli anni si è creato tra  le varie componenti della società pontederese e Stella, rapporto fondato sulla stima per un uomo che ha dedicato la sua intera vita professionale molto alla comunità con spirito di servizio e di dedizione, non facendo mai venire meno la lealtà verso i cittadini che deve avere chi vesta d’uniforme.

Il luogotenente Stella persona schiva, di poche parole, anche con i giornalisti, con il tempo è stato scoperto e apprezzato da tutta Pontedera per il suo grande impegno nel lavoro e poi nel volontariato.

A salutare Stella oltre alla autorità civili tra cui il presidente del consiglio comunale di Pontedera Angela Pirri e il vicesindaco Alessandro Puccinelli, molti dei colleghi carabinieri e della forze dell’ordine con ci ha lavorato fianco a fianco per una vita a cominciare dall’attuale comandante della compagnia dei carabinieri il maggiore Carmine Gesualdo, l’ex comandante, il maggiore Michele Cataneo, il vicequestore Luigi Fezza dirigente del locale commissariato di polizia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.