Vigili del fuoco, il nuovo comandante a San Miniato e Castelfranco di Sotto foto

All'incontro c'erano anche i sindaci di Montopoli e Santa Croce e i comandanti della Municipale Pancanti e Pellegrini

Il nuovo comandante dei vigili del fuoco di Pisa Nicola Ciannelli (qui) ha conosciuto San Miniato e Castelfranco di Sotto. Oggi 10 luglio, a San Miniato lo hanno ricevuto i sindaci Simone Giglioli e Giovanni Capecchi, insieme al comandante della polizia municipale Dario Pancanti.

Ciannelli si è insediato a Pisa da appena un mese, realtà che già conosce perché, nel 1993, ci ha prestato servizio prima di spostarsi a Livorno e Firenze, per essere poi promosso, nel 2018, a primo dirigente.

“La sinergia istituzionale – per il sindaco di San Miniato – è fondamentale per garantire la tutela del territorio e la sicurezza dei cittadini. Con questo obiettivo ho rivolto gli auguri di buon lavoro al neo comandante provinciale Ciannelli, con il quale porteremo avanti il rapporto di forte collaborazione che già avevamo intrapreso negli anni scorsi. L’amministrazione comunale si impegna a garantire l’adeguato supporto alle attività messe in campo dai Vigili del fuoco, di concerto con tutte le forze dell’ordine, per fronteggiare, insieme e in maniera sempre più efficace, le criticità del nostro territorio”.

A Castelfranco

A Castelfranco, accompagnato dal funzionario Simone Giani, lo hanno accolto i sindaci Gabriele Toti e quello di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda, il comandante della polizia municipale di Castelfranco Giacomo Pellegrini e il responsabile Suap Alessandro Piazza.

A Castelfranco si trova il distaccamento dei vigili del fuoco a servizio del comprensorio, in una zona baricentrica, all’interno del Macrolotto industriale, al confine con il territorio di Santa Croce. Quello di stamattina è stato un incontro conoscitivo, un’occasione per avere alcune informazioni direttamente sul territorio e per avviare un dialogo e scambio coi sindaci.

“Abbiamo – per Toti – particolarmente apprezzato la volontà di recarsi nel nostro comune che ospita un distaccamento, segno di una forte attenzione alle autonomie locali”.

“È estremamente importante – per Toti e Deidda – avviare e mantenere una collaborazione istituzionale, da portare avanti in modo continuativo, indispensabile nelle tante situazioni che ci vedono operare sia in emergenza che nelle ordinarie attività di prevenzione. Nel distretto si trovano tante realtà produttive, con una forte attenzione agli aspetti economici e sociali. Il territorio presenta tante particolarità dalle zone collinari e boschive fino alla parte produttiva, per cui è necessario avere un costante raffronto con i vigili del fuoco che ringraziamo per l’impegno messo nella loro azione quotidiana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.