Rifiuti abbandonati e cani non custoditi, pioggia di ingiunzioni di pagamento a Santa Maria a Monte

Firmate ben 13 ordinanze dal Comune per cifre che oscillano fra i 50 e i 200 euro

C’è chi ha abbandonato sacchi di rifiuti in area boschiva e poi è stato beccato. Non dalle telecamere, ma dai documenti contenuti nei sacchi che riportavano inconfutabilmente all’autore dell’abbandono. C’è chi nei sacchi dell’immondizia ha buttato tutto insieme, senza curarsi della differenziata, ma c’è anche chi ha ricevuto sanzioni che hanno a che fare con la detenzione del proprio cane. Sono giorni di ordinanze di ingiunzione di pagamento a Santa Maria a Monte, dove Francesca Meucci, comandante dei vigili urbani sta firmando i provvedimenti nei confronti di coloro che ancora non hanno pagato per le sanzioni ricevute.

Sono apparse in questi giorni una quindicina circa di ordinanze di ingiunzione di pagamento tutte per sanzioni del 2018 per motivi diversi. La maggior parte di queste, almeno otto, riguardano una raccolta differenziata dei rifiuti non eseguita correttamente. O forse sarebbe meglio dire non eseguita proprio dato che in quei sacchi, che sono stati riconosciuti come propri dagli stessi proprietari al momento dei controlli, c’era davvero un po’ di tutto: carta sporca, gusci di uova, bottiglie e vaschette di plastica, organico e cellophane. Tutto insieme.

Le sanzioni comunque non sono cifre molto elevate: oscillano tra 50 e poco più di 200 euro. Tra queste c’è anche chi ha pensato bene di gettare i rifiuti in bosco salvo poi essere rintracciato grazie alla documentazione che egli stesso aveva gettato. Due delle sanzioni erano state elevate a proprietari di cani che non erano stati in grado di custodire l’animale impedendone la fuga. I cani erano stati trovati vaganti in strada e costituivano un pericolo per la circolazione dei veicoli e delle persone. Per un altro, invece, la sanzione riguarda la mancata iscrizione del cane all’anagrafe canina: il suo Fido, infatti, non aveva il microchip. Non sono mancate sanzioni anche per chi ha omesso di pulire i propri terreni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.