Il suo Primo maggio era una certezza, Montecalvoli piange Falleri foto

Era il babbo di Cristina, assessore in due giunte

E’ stata una delle colonne di quella ritualità laica che a Montecalvoli di Santa Maria a Monte ha tenuto insieme un bel pezzo di comunità, per tanti anni. La notte scorsa però, quella tra 28 e 29 luglio, a 87 anni si è spento Carlo Falleri, storico residente della frazione.

Per molti anni presidente della locale sezione dello Spi Cgil, ex operaio da tempo in pensione, in molti lo ricordano come uno dei più appassionati animatori della storica celebrazione che ogni anni sfila per le vie di Montecalvoli in occasione del Primo maggio, autentica tradizione.

Sempre interessato alla politica senza mai frequentare le stanze del consiglio, aveva passato questa passione alla figlia Cristina, che per varie legislature è stata in consiglio comunale a Santa Maria a Monte, facendo anche parte della giunta per due volte, alle politiche sociali e alla scuola. Con lei, oggi, lascia il figlio maschio Andrea, la sorella Mirella e il nipote Lorenzo.

La salma, che ora si trova alla sede della Pubblica Assistenza a Pontedera domani pomeriggio, sarà portata a Montecalvoli alle 17, per il rito civile verso il cimitero della frazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.