Lavoratori irregolari nell’autolavaggio, titolare nei guai

Multe per circa 40mila euro

Quando i carabinieri sono arrivati all’autolavaggio, ci hanno trovato 2 lavoratori extracomunitari privi del permesso di soggiorno in violazione al testo unico sull’immigrazione. Per i carabinieri della compagnia di Pisa e quelli del Nucleo ispettorato del lavoro territoriale, quei lavoratori erano sottoposti a condizioni di sfruttamento: approfittando del loro stato di bisogno, violando l’orario di lavoro, retribuendoli senza rispetto del contratto collettivo nazionale.

Nel corso dell’attività investigativa svolta in sinergia, i militari hanno denunciato in stato di libertà il titolare dell’impresa individuale di autolavaggio.

Secondo le indagini, l’uomo ometteva anche di versare i dovuti contributi e di sottoporre i lavoratori a preliminare visita medica. Il prezioso ausilio fornito da personale ispettivo dell’Itl, dell’Inail e dell’Inps locali ha permesso di riscontrare irregolarità in materia di lavoro, nonché di rilevare importanti omissioni di imponibili assistenziali e previdenziali. Le multe, complessivamente, hanno raggiunto l’importo di 40mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.