Originario di Montopoli il sub morto dopo l’immersione alle Formiche

Un malore potrebbe essere stato fatale al 50enne: disposta l'autopsia e la verifica delle attrezzature

Malore fatale per un sub nelle acque delle isole Formiche di Grosseto.

L’uomo di 50 anni, Federico Conzales, originario di Montopoli (la famiglia è molto conosciuta per aver gestito una concessionaria Renault a Livorno), è morto ieri pomeriggio (22 agosto) mentre partecipava ad un’immersione di fronte alla costa di Marina di Grosseto. Si è sentito male in immersione e quando è risalito le sue condizioni si sono aggravate, ma inutile è stato il soccorso degli altri sub che erano con lui e l’arrivo dei soccorsi.

La salma è stata recuperata e trasferita all’obitorio dell’ospedale di Grosseto con l’elicottero Pegaso. Sul posto anche la Guardia Costiera.

Il pm, Giampaolo Melchionna, ha disposto l’autopsia mentre gli accertamenti valuteranno anche le attrezzature usate dal sub.

Si tratta del secondo caso in pochi giorni: l’8 di agosto scorso un altro sub era scomparso alla isole Formiche durante un’immersione. Il corpo senza vita era stato trovato soltanto il giorno dopo nel mare tra Giglio e Giannutri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.