Aggredisce una parente in cerca di soldi, arrestato a Santa Croce sull’Arno

Al 26enne vengono contestati i reati di tentata rapina, sequestro di persona, danneggiamento aggravato, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale

Erano le 14 circa di oggi 5 settembre quando la chiamata è arrivata ai carabinieri. Da una casa di Santa Croce sull’Arno arrivavano forti urla e in breve tempo, si è passati dalle parole alle mani. Così i carabinieri della compagnia di San Miniato hanno arrestato un 26enne per tentata rapina, sequestro di persona, danneggiamento aggravato, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

I carabinieri sono intervenuti all’interno dell’abitazione di una parente del 26enne, che lì poco prima si era introdotto, danneggiando la porta di ingresso, minacciando con un coltello da cucina e percuotendo la proprietaria di casa, alla ricerca di denaro in casa. L’uomo ha poi chiuso la donna in casa, se n’è andato ed è tornato poco dopo procurando alla signora la stessa forte agitazione psicofisica, danneggiando inoltre gli arredi della casa.

I carabinieri intervenuti hanno trovato la donna riversa a terra, con una ferita a un arto mentre lui, alla vista dei militari, ha reagito con ancora più violenza: dopo breve resistenza, è stato però bloccato e portato in caserma, mentre il personale del 118 trasportava la signora in ospedale per le cure del caso.

Il 26enne si trova ora nella casa circondariale di Pisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.