Coronavirus, 33 nuovi casi positivi in provincia di Pisa

In Toscana altri 188 contagiati, oggi nessun decesso

Sono 33 i nuovi casi positivi di coronavirus in provincia di Pisa.

In Toscana i casi positivi sono invece 188 in più rispetto a ieri (112 identificati in corso di tracciamento e 76 da attività di screening). I nuovi casi sono l’1,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 10.451 (67,1% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 774.753, 8.305 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.962, più 4,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 125 (2 in più rispetto a ieri), di cui 26 in terapia intensiva (2 in più). Oggi non si registrano nuovi decessi.
Questi i dati accertati alle ore 12 di oggi, domenica 4 ottobre, sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale, relativi all’andamento dell’epidemia in Toscana.

L’età media dei 188 casi odierni è di 42 anni circa (il 16% ha meno di 20 anni, il 28% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 15% tra 60 e 79 anni, il 4% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 68% è risultato asintomatico, il 22% pauci-sintomatico (sintomi inferiori di numero e di minore intensità rispetto al consueto, ndr).

Delle 188 positività odierne, 6 casi sono ricollegabili a rientri dall’estero. Un caso è ricollegabile a rientri da altre regioni italiane (Calabria), due sono casi riferibili a cittadini residenti fuori regione la cui positività è stata notificata in Toscana. Il 37% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

Sono 4.461 i casi complessivi ad oggi a Firenze (37 in più rispetto a ieri), 993 a Prato (44 in più), 1.089 a Pistoia (13 in più), 1.545 a Massa (3 in più), 1.911 a Lucca (18 in più), 1.724 a Pisa (33 in più), 794 a Livorno (5 in più), 1.219 ad Arezzo (23 in più), 675 a Siena (6 in più), 619 a Grosseto (4 in più). Sono 549 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni (2 in più).

Sono 94 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 59 nella Nord Ovest, 33 nella Sud est.
La Toscana si conferma al decimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 418 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 535 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 793 casi per 100.000 abitanti, Lucca con 493, Firenze con 441. La più bassa è Livorno con 237 per 100.000 abitanti.

Complessivamente, 3.837 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (170 in più rispetto a ieri, più 4,6%).
Sono 7.698 (43 in più rispetto a ieri, più 0,6%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.490, Nord Ovest 3.894, Sud Est 1.314).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 125 (2 in più rispetto a ieri, più 1,6%), 26 in terapia intensiva (2 in più rispetto a ieri, più 8,3%).
Le persone complessivamente guarite sono 10.451 (16 in più rispetto a ieri, più 0,2%): 286 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 10.165 (16 in più rispetto a ieri, più 0,2%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi non si registrano nuovi decessi.

Restano quindi 1.166 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 420 a Firenze, 54 a Prato, 83 a Pistoia, 179 a Massa Carrara, 149 a Lucca, 97 a Pisa, 65 a Livorno, 53 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.
Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 31,3 x100.000 residenti contro il 59,6 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (91,9 x100.000), Firenze (41,5 x100.000) e Lucca (38,4 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.