Coronavirus, sono 25 i nuovi positivi nel Cuoio. Tre classi in quarantena a Castelfranco di Sotto

A Pontedera 21 e 108 in provincia di Pisa. Nella Rsa di Montaione ci sono 22 positivi

Sono 812 i nuovi casi di covid 19 registrati in Toscana tra il pomeriggio di ieri 19 e quello di oggi 20 ottobre. I nuovi casi segnano un +3,4 per cento e altre due persone covid positive sono morte da ieri. Con 7.359 persone sottoposte ad esami (esclusi i tamponi di controllo) e 11.351 tamponi effettuati (939.153 dall’emergenza scattata a febbraio) vuol dire che nelle ultime ventiquattro ore l’11 per cento dei test ha dato esito positivo, che è una percentuale un po’ più bassa rispetto a quella di ieri.

A Fucecchio oggi c’è soltanto un nuovo caso. Migliora la situazione, rispetto al picco di ieri, nel comprensorio del cuoio dove oggi ci sono 13 nuovi positivi a San Miniato, 4 a Santa Croce sull’Arno, 3 a Montopoli Valdarno e 2 a Castelfranco di Sotto. In provincia di Pisa, tra gli altri, ci sono 9 casi a Cascina, 8 a Pisa, 6 a Bientina, 5 a Buti, 7 a Capannoli, 21 a Pontedera. A Castelfranco, da domani saranno in quarantena 3 classi: 2 della scuola primaria e una della secondaria. Sono state già informate le famiglie interessate.

Degli 812 positivi di oggi, 598 sono stati identificati in corso di tracciamento – per le indagini avviate a seguito di altri casi positivi – mentre 214 sono stati scoperti grazie ad attività di screening. L’età media è di 41 anni. Su 24.600 casi accertati da febbraio 7.110, in base alla residenza o il domicilio dei malati, riguardano il territorio metropolitano di Firenze (243 in più rispetto a ieri), 1.643 Prato (63 in più), 1.778 Pistoia (101 in più), 1.971 Massa Carrara (48 in più), 2.679 Lucca (30 in più), 3.190 Pisa (108 in più), 1.281 Livorno (42 in più), 2.303 Arezzo (88 in più), 1.249 Siena (56 in più) e 846 Grosseto (33 in più). I casi positivi notificati in Toscana, ma che interessano residenti in altre regioni, sono stati 550.

Le persone isolate a casa, perché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o perché risultano prive di sintomi, sono 659 in più rispetto a ieri, cresciute del 6,4 per cento. Complessivamente sono 10.999. Altri 18.175 toscani (1.343 in più rispetto a ieri, più 8 %) sono anch’essi isolati al proprio domicilio, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 7.095, Nord Ovest 6.667, Sud Est 4.413).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti covid salgono complessivamente a 547 (36 in più rispetto a ieri, più 7%) e di queste 72 si trovano in terapia intensiva (10 in più rispetto a ieri, più 16,1%).

I guariti raggiungono il numero di 11.846 (115 in più rispetto a ieri, più 1%): 11.350 (cresciuti di 117 unità, più 1%) lo sono a tutti gli effetti – si tratta delle cosiddette guarigioni virali accertate con doppio tampone negativo – mentre per 496 la guarigione è solo clinica, ovvero sono diventati asintomatici dopo aver presentato manifestazioni associate all’infezione. Si tratta di una fase che di solito precede l’altra e per questo nelle statistiche di oggi sono due in meno (-0,4%) rispetto al giorno prima.

Rsa Montaione

Ad oggi sono 12 gli ospiti positivi su 130 presenti all’interno della Rsa Villa Serena di Montaione. Tre positivi sono stati già stati trasferiti alle cure intermedie (uno ai Fraticini di Firenze e 2 a Villa Donatello), mentre un paziente è ricoverato in area degenza Covid all’ospedale San Giuseppe di Empoli.

Sono 10 gli operatori attualmente positivi (4 infermieri e 6 operatori socio sanitari), in corso l’effettuazione di ulteriori tamponi. Da ieri il Gruppo di Intervento Rapido Ospedale Territorio sta monitorando costantemente la struttura, sia dal punto di vista logistico che organizzativo.

A seguito dell’ultimo sopralluogo l’azienda sanitaria ne ha valutato l’idoneità per creare al suo interno percorsi isolati (bolla) tra ospiti positivi e quelli negativi, oltre ad aver già fornito le adeguate istruzioni operative sul corretto utilizzo dei Dpi e la presa in carico clinico terapeutica dei pazienti. E’ inoltre in corso una valutazione da parte della Direzione infermieristica per fornire adeguato supporto di personale infermieristico di operatori socio sanitari.

Stamani è risultato positivo anche un medico di medicina generale e un altro al momento è solo sospetto, in attesa di risultato del tampone, entrambi in servizio presso la Casa della Salute di Montaione. Il medico di famiglia si è già attivato per trovare il suo sostituto. Oggi la struttura resterà chiusa per permettere l’esecuzione di una sanificazione straordinaria, pertanto è stata rinviata anche la seduta di screening colon retto, prevista nel pomeriggio all’interno del distretto socio sanitario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.