Positivo al coronavirus, viola la quarantena a prende il treno

Fatto scendere dagli agenti della Polfer

Gli agenti della polizia ferroviaria di Pisa lo hanno trovato sul treno, nonostante il 33enne nato in Perù fosse in quarantena perché risultato positivo al coronavirus. Così, a Pisa, gli agenti Polfer lo hanno denunciato per aver violato la quarantena. L’uomo è stato fatto scendere dal convoglio, mentre il treno è stato sanificato.

Non è stato questo l’unico caso rilevato sui treni toscani: l’operazione Rail Safe Day ha portato un indagato, oltre mille persone controllate e 2 sanzioni amministrative elevate nella giornata di ieri 22 ottobre. L’operazione ha riguardato tutte le principali stazioni ferroviarie della Toscana e le aree adiacenti, nell’ambito di una più vasta operazione sul piano nazionale finalizzata a contrastare comportamenti scorretti, che possono essere causa di incidenti, anche mortali.

L’attività ha visto in campo più di 50 pattuglie della polizia ferroviaria nei punti sensibili della linea ferroviaria dove già in passato si sono registrati comportamenti pericolosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.