Morto a Lisbona, un uomo in carcere per l’omicidio di Ficini

Era morto in seguito a un incidente stradale in una rissa tra gruppi di ultras fuori dallo stadio di Lisbona, dove era andato per supportare la squadra di casa, gemellata con la Fiorentina (qui).

Dopo 4 anni, il principale imputato nel processo per l’omicidio di Marco Ficini di Orentano, oggi 30 ottobre è stato condannato a 4 anni di carcere per omicidio colposo aggravato. L’uomo è legato al gruppo del Benfica ‘No Name Boys’.

L’avvocato difensore aveva chiesto l’assoluzione sostenendo che fosse stato Ficini a infrangere il codice della strada mentre la Procura aveva chiesto la condanna per omicidio, omissione di soccorso e danni all’integrità fisica. Accusato per la morte di Ficini, è stato assolto per 4 tentativi di omicidio. Gli altri 21 imputati a processo sono stati accusati solo di omissione di soccorso e di concorso in rissa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.