Quantcast

San Miniato piange Marco, il pediatra “di famiglia” battuto dal covid

Una persona cordiale e sempre disponibile e sorridente. Così lo ricordano ora i suoi pazienti e le loro famiglie, quelli dello studio associato a San Miniato Basso. Quelli per i quali il dottor Marco era uno di famiglia, che correva a casa la domenica e non guardava mai l’orologio.

Viveva a Cascina Marco Pugliese, pediatra morto oggi 16 novembre a soli 65 anni compiuti il mese scorso. Lascia la moglie e un figlio di 34 anni, impiegato dell’Ausl Toscana nord ovest. Una notizia devastante, arrivata inaspettata quella della morte, che ha trovati impreparati tutti quanti l’hanno conosciuto.

L’uomo era ricoverato in ospedale dopo che, trovato positivo al coronavirus, era stato curato per qualche giorno a casa poiché i sintomi non sembravano così gravi. Poi il repentino peggioramento che lo aveva portato a Cisanello da qualche giorno.

Laureato nell’82, aveva aperto con i colleghi lo studio a San Miniato da più di 20 anni. Lo studio è regolarmente aperto, anche se con soli due medici al momento. “Marco – ricorda il collega di studio Roberto Boldrini – era una bravissima persona, un bravissimo collega, medico e uomo che ho avuto l’onore di avere accanto per oltre 20 anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.