Una vita in politica per San Miniato, l’addio a Mori

Fu consigliere comunale della Dc e di Forza Italia

Ex consigliere comunale, ferroviere e anche candidato sindaco. Si è spento all’età di 86 anni Franco Mori, classe 1934, volto noto di San Miniato, soprattutto negli ambienti della politica.

È stato consigliere comunale prima per la Democrazia cristiana, durante la prima legislatura del sindaco Alfonso Lippi (dal 1990 al 1995) poi di Forza Italia nella pima legislatura di Angelo Frosini, dal 1999 al 2004. Nel 1999 si era anche candidato a sindaco per il Polo delle libertà.

Ha dato una mano fino all’ultimo perché ci ha sempre creduto. Anche alle amministrative del 2019: “Forza Italia l’ha avuto nel cuore – il commento di Michele Altini, consigliere dello stesso partito a San Miniato – L’anno scorso, nonostante il suo stato di salute fosse già precario, ha voluto il fac simile della scheda perché la sua quota di elettorato ce l’aveva. Una persona seria e con molta dedizione”. Così Altini ricorda l’esponente di area cattolica. Con Forza Italia c’è un legame particolare, certo, ma il cordoglio è trasversale. Nel 1999 fu candidato a sindaco per gli Azzurri contro Angelo Frosini e dopo quella campagna elettorale iniziarono i suoi cinque anni da consigliere di opposizione nei ranghi di Forza Italia. In una Toscana e una San Miniato in cui la frattura destra-sinista era più marcata di quanto lo sia oggi ha saputo conquistarsi la stima degli avversari politici. Dopo quel mandato, nel 2004, si è ricandidato a consigliere comunale, ma dai risultati delle urne è stato il primo dei non eletti. Da allora il suo impegno è continuato all’esterno delle istituzioni, nel partito e fra la gente.

Ex ferroviere, a lungo si è impegnato a San Miniato Basso nel patronato Acli. Affetto e vicinanza al figlio Davide espresse da parte del sindaco di San Miniato Simone Giglioli e da tutta l’amministrazione.
(notizia in aggiornamento)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.