Omicidio Checcucci, Cascino non parla

Venerdì l'interrogatorio di garanzia

Luigi Cascino, dopo l’arresto di ieri 24 novembre (qui), per il momento resta in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Per lui le accuse sono pesantissime: si parla di omicidio con l’aggravante della premeditazione.

Nel frattempo i carabinieri stanno lavorando a perfezionare alcuni riscontri probatori che, con buona probabilità, entreranno nel fascicolo del giudice al momento del processo. Da parte del presunto omicida, il vicino di casa, per il momento, non è arrivata nessuna comunicazione volontaria al pubblico ministero. Sarà cruciale l’interrogatorio di garanzia che è stato calendarizzato per venerdì prossimo.

In quell’occasione potrebbe parlare o avvalersi della facoltà di non rispondere. Tutto dipenderà anche dalle indicazioni che arriveranno dai legali di Cascino. Il giorno dopo l’arresto, quindi, si chiude senza troppi sviluppi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.