Maxi discarica di rifiuti speciali scoperta dalla guardia di finanza di Pisa foto

Smascherato e denunciato dalla guardia di finanza

Più informazioni su

Discarica abusiva, con oltre 250 tonnellate di rifiuti speciali interrati: la guardia di finanza di Pisa sequestra l’area e denuncia un imprenditore di Lucca. 

L’ imprenditore lucchese, titolare di diversi cantieri di costruzioni nel territorio pisano, da circa 2 anni secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori aveva escogitato un modo ingegnoso per non pagare lo smaltimento dei rifiuti di cantiere e sfuggire ai controlli, spiegano le fiamme gialle: interrarli in un’area già sottoposta a sequestro della quale aveva la disponibilità.

Gli accertamenti condotti dai finanzieri del comando provinciale di Pisa, che si sono avvalsi dei rilievi aerofotografici effettuati dai colleghi della sezione aerea, sono stati coordinati dalla procura della Repubblica di Pisa – pubblico ministero Giovanni Porpora – ed hanno permesso di acquisire i dati catastali e topografici delle zone che, raffrontati con l’esame della documentazione di trasporto dei mezzi aziendali, hanno reso possibile ricostruire nel tempo la formazione del cumulo di rifiuti e la relativa compattazione.

Le successive operazioni di sollevamento e ribaltamento del terreno hanno portato alla luce oltre 250 tonnellate di detriti da cantiere provenienti da attività di demolizione e costruzione, quali intonaci, laterizi, piastrelle e mattoni, qualificati come rifiuti speciali.

Il responsabile è stato denunciato alla procura della Repubblica di Pisa per abbandono di rifiuti speciali e attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

L’intera area di oltre 200 metri cubi è stata sottoposta a sequestro preventivo in attesa della bonifica ambientale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.