Arriva l’inverno: attesa la neve anche a quote basse per Natale previsioni

Drastico calo di temperature, precipitazione e vento: il peggioramento atteso dalla vigilia

Più informazioni su

“La fase di relativa quiete meteorologica di questi giorni sta per concludersi, con l’inverno pronto ad entrare sulla scena italiana a partire da Natale”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “Già durante la vigilia assisteremo ad un graduale peggioramento al Nord e Toscana con precipitazioni sparse. A Natale transiterà un primo deciso fronte freddo dal Nord Europa, responsabile di una passata di piogge, rovesci e temporali sul nord est e in generale al centro sud, specie lungo il versante tirrenico dove non escludiamo fenomeni di forte intensità. Il nord ovest in questa occasione sarà ai margini dell’azione ciclonica con precipitazioni sporadiche e anche maggiori aperture. Il tutto verrà accompagnato da un netto calo delle temperature da nord a sud, tanto che la neve potrà spingersi fino a quote collinari su nord est, Emilia ed entro fine giornata anche su Toscana, Romagna e alte Marche. Non esclusa neve a tratti in pianura sui settori emiliani. A Santo Stefano ancora rovesci, temporali e anche grandinate al centro sud, con neve fino in collina sul medio versante Adriatico (200-500 metri) e fin sotto i mille metri al sud entro fine giornata. Temporaneo miglioramento invece sulle regioni settentrionali e sul medio versante tirrenico, ma con clima freddo”.

“Da segnalare inoltre il vento, che soffierà anche forte dapprima di libeccio e ponente, poi di maestrale, tramontana e grecale, con bora sull’alto Adriatico – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – Previste raffiche superiori anche ai 70-80 chilometri all’ora su Tirreno, Sardegna, Liguria e alto Adriatico con mareggiate e possibili disagi”.

“Non sarà finita qui – avverte l’esperto – in quanto una seconda e più intensa perturbazione a carattere freddo punterà dalle latitudini artiche gran parte d’Europa, interessando anche l’Italia. In questa fase avremo così una recrudescenza del maltempo: al Nord la presenza di aria fredda potrà favorire estese cadute di neve a quote molto basse se non in pianura, con un secondo importante ripasso per le Alpi, dove si potrebbero registrare ulteriori importanti apporti nivometrici. Nel frattempo rovesci e temporali anche di forte intensità muoveranno verso il centro sud, con nevicate in Appennino. Il tutto ancora una volta accompagnato da venti forti con mari agitati”.

Il maltempo potrebbe inoltre riproporsi a più riprese almeno fino a Capodanno 2021, con nuove perturbazioni dal Nord Europa responsabili di ulteriori rovesci e nevicate a quote medio-basse”, concludono da 3bmeteo.com

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.