Cadaveri fatti a pezzi nelle valigie, i Ris nella casa dove abitava la ex del figlio della coppia

Le tracce repertate saranno analizzate nei laboratori della Capitale

Più informazioni su

Sopralluogo dei Ris, oggi (23 dicembre) nell’abitazione di Elona Kalesha, la 36enne arrestata nei giorni scorsi dai carabinieri di Firenze e accusata di duplice omicidio, occultamento e vilipendio di cadaveri in merito alla vicenda del ritrovamento in quattro valigie dei corpi fatti a pezzi, dei coniugi Pasho.

I Ris hanno passato sotto la lente di ingrandimento la casa in via Felice Fontana, e quella in via del Pantano, dove la donna aveva abitato con il figlio della coppia uccisa, che attualmente si trova in carcere in Svizzera.

Da quanto emerso, ci sarebbero dei vicini che avrebbero riferito di averla vista uscire di casa con delle valigie dalle quali fuorisciva un odore nauseabondo.

Il sopralluogo è terminato nel tardo pomeriggio e, ora, i Ris stano rientrando a Roma con delle tracce repertate la cui natura sarà stabilita da accertamenti che si effettueranno nei laboratori della Capitale. I risultati stabiliranno se sono tracce utili ai fini dell’indagine.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.