La banda del tombino colpisce a Santa Maria a Monte, furto lampo da migliaia di euro foto

Lo ha scoperto la vigilanza a mezzanotte. Via merce, sigarette e soldi

“Negli anni é successo altre volte, ma é sempre una sensazione orribile quella che si prova. Ormai, però, non succedeva da più di 15 anni. È andata bene che, con l’allarme e la vigilanza, non ce li abbiamo trovati dentro: sarebbe potuta finire molto peggio… per loro”. E’ Giancarlo che, da dietro al bancone mentre continua a servire i clienti affezionati, racconta di un colpo della “banda del tombino” nel suo bar a Ponticelli di Santa Maria a Monte.

Un bar che la famiglia Botti gestisce da ormai più di 40 anni. I ladri, secondo la ricostruzione, avrebbero sfondato la vetrata con l’aiuto di un tombino, poi ritrovato spezzato dai carabinieri poco più in là, sono entrati nonostante l’allarme avesse cominciato a suonare e hanno fatto razzia di merce, comprese le sigarette, ma anche di soldi, portando via diverse casse, anche quelle dei giochi di Stato, per un bottino non ancora stimato, ma di diverse migliaia di euro.

A scoprire la spaccata è stata la vigilanza notturna, intorno alla mezzanotte di domenica e alcuni testimoni raccontano di un furgone bianco, visto scappare via poco dopo il furto. Probabilmente la stessa banda aveva già colpito nel centro di Pontedera, al parrucchiere Cadis, in via San Faustino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.