Lei lo lascia, lui la perseguita: 35enne nei guai

La donna era arrivata a trasferirsi per sottrarsi allo stalker, ma senza successo

Lei lo ha lasciato dopo due anni di relazione. Una decisione che lui proprio non vuole accettare, tanto da inviarle continui messaggi molesti e ingiuriosi, oltre ad attenderla in appostamenti, fino sul posto di lavoro. E’ dovuta intervenire la sezione misure di prevenzione della questura di Pisa che ha emanato un provvedimento di ammonimento nei confronti di un 35enne residente a Livorno ma di fatto domiciliato nel comprensorio del cuoio.

A richiedere il provvedimento è stata la sua ex convivente, una 30enne del posto, che dopo 2 anni di convivenza ha scelto unilateralmente di troncare il rapporto a causa del carattere irascibile e possessivo dell’uomo. Che non ha accettato la decisione della donna e ha iniziato a stalkerizzarla sui social e con appostamenti sotto casa e sul luogo di lavoro.

La donna addirittura ha preso in affitto una casa in un comune diverso da quello dove abitava con lui proprio per provare a evitare gli atteggiamenti assillanti ma senza successo perché l’uomo aveva deciso di molestarla anche sul luogo di lavoro, appostandosi nei pressi ed appellandola con epiteti ingiuriosi anche alla presenza di colleghi di lavoro di lei. La sezione misure di prevenzione ha ricevuto delega dal Questore di effettuare gli opportuni accertamenti, anche sentendo persone informate dei fatti che hanno confermato la vicenda.

Nel giro di 5 giorni, poiché lo stalking stava assumendo toni sempre più minacciosi che potevano peggiorare la vicenda, è stato notificato il provvedimento di ammonimento allo stalker: se ricommette anche una sola volta molestie in danno della sua ex, rischia l’arresto per atti persecutori con procedura d’ufficio, quindi anche senza querela e dunque senza o contro la volontà della vittima e la pena (già di per sé alta, con arresto addirittura obbligatorio in flagranza), è aumentata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.