Quantcast

Botte alla moglie e guida “spericolata”, 42enne di San Miniato nei guai

Di fronte al reiterarsi di condotte illecite potrà essere sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza

Stava prendendo una brutta china. Per questo la sezione misure di prevenzione della Questura di Pisa ha emesso la misura di prevenzione dell’avviso orale nei confronti di un 42enne, residente a San Miniato e operaio, protagonista negli ultimi tempi di una serie di reati perpetrati in quella zona.

L’analisi criminale dei soggetti dediti a delinquere ha consentito agli agenti di polizia di raccogliere sul suo conto una serie di denunce: per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in danno della moglie, reato peraltro che secondo il codice sulle misure di prevenzione rientra tra quelli qualificanti la pericolosità sociale che è il presupposto per applicare qualsiasi misura di prevenzione e, poi, reati in materia di circolazione stradale e in materia di soggiorno sul territorio nazionale.

Per frenare la evidente tendenza a delinquere del 42enne, il Questore ha decretato nei suoi confronti l’avviso orale, una sorta di “cartellino giallo” che viene adottato dei soggetti ritenuti socialmente pericolosi invitandolo a tenere una condotta conforme alla legge e ammonendoli che altrimenti, di fronte al reiterarsi di condotte illecite, potrà essere sottoposto alla misura di prevenzione ben più incisiva della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.