Taglio boschivo non autorizzato, scattano denuncia e sanzioni

Più informazioni su

Sulla base di segnalazioni di cittadini in merito ad un taglio boschivo sospetto, militari della stazione di Empoli sono arrivati a Casone, nel Comune di Montaione, per verificare la regolarità dell’intervento. Il risultato è che il taglio boschivo non era autorizzato e i Forestali hanno denunciato i titolari di una ditta e la proprietaria del terreno. Elevate sanzioni per 8mila euro.

Da accertamenti effettuati sul posto infatti, sono state rinvenute alcune piante cresciute spontaneamente, da rinnovazione, all’interno di tutta la pioppeta e dal conteggio degli anelli alcune di esse avevano un’età superiore ai 15 anni. La presenza di piante nuove quali specie quercine, aceri, carpini con età superiore ai 15 anni, le testimonianze raccolte e la visione delle immagini satellitari, hanno fatto emergere l’abbandono della pioppeta da almeno 15 anni, pertanto l’area oggetto di intervento doveva classificarsi come bosco a tutti gli effetti, secondo la legge forestale regionale. Per il taglio sarebbe stata dunque necessaria una richiesta di autorizzazione di taglio fustaia, con tanto di progetto di taglio. L’intervento era stato quindi eseguito in difformità sostanziale alla legge.

Da accertamenti e indagini successive, i forestali hanno appurato che il taglio, che ha interessato una superficie di più di un ettaro, era stato eseguito da una azienda agricola della lucchesia mentre un’altra ditta risultava essere acquirente del soprassuolo boschivo, nonché la titolare del titolo autorizzativo.

Sono stati dunque segnalati all’ autorità giudiziaria l’amministratore unico della ditta acquirente del bosco e titolare dell’atto autorizzativo e il presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda agricola esecutrice del taglio.

E’ stato anche elevato verbale amministrativo a carico di entrambi per taglio eseguito in assenza di autorizzazione, sanzione connessa al reato. Per gli altri interventi di taglio nella medesima località, effettuati dalle stesse ditte, sono stati elevati verbali amministrativi per taglio di piante fuori foresta in assenza di Autorizzazione ai sensi della legge forestale regionale e taglio lungo il torrente Orlo senza la prescritta autorizzazione dell’Autorità Idraulica. Il totale delle sanzioni ammonta a 8mila e 40 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.