Attenzioni morbose nei confronti dell’allieva, professore nei guai

Allontanato dalla famiglia un altro 40enne, denunciato della moglie

Più informazioni su

Le attenzioni morbose di un insegnante verso l’allieva minorenne e le botte alla moglie nelle “nozze combinate” hanno portato la polizia di Stato di Pisa, ieri 17 gennaio, a dare esecuzione a due misure cautelari nei confronti di due uomini, un italiano e un cittadino del Bangladesh, ritenuti responsabili di due distinti fatti di violenza nei confronti di altrettante donne.

La prima misura, diretta nei confronti di un insegnante 40enne di Pisa, è stata emessa dal Gip di Pisa a seguito di attenzioni morbose di carattere sessuale che lo stesso avrebbe avuto nei confronti di una sua allieva di appena 15 anni. Attraverso la denuncia dei genitori, che si erano resi conto del comportamento ambiguo del docente, la sezione specializzata nei reati commessi in danno dei minori della squadra mobile della questura di Pisa ha avviato le indagini che hanno successivamente individuato elementi di responsabilità a carico del professore, che è stato sottoposto alla misura cautelare interdittiva della sospensione dall’incarico di insegnante per un anno.

Nello stesso giorno, la Mobile della Questura ha dato esecuzione a un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare nei confronti di un cittadino del Bangladesh di 40 anni residente a Pisa. L’uomo è stato sottoposto al provvedimento da parte dell’autorità giudiziaria di Pisa a seguito della denuncia da parte della moglie che ha dichiarato di essere stata vittima del marito sin dall’inizio della relazione sentimentale, poi convolata a nozze soprattutto per volontà delle famiglie di appartenenza. All’atto dell’ennesima aggressione, avvenuta lo scorso agosto, la donna ha trovato il coraggio di denunciare e la Procura della Repubblica di Pisa, a seguito di specifica richiesta, ha ottenuto dal Gip al tribunale di Pisa il provvedimento cautelare di allontanamento per l’uomo, eseguito nel pomeriggio di ieri dalla Polizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.