Rifiuti di casa nei cestini pubblici, “beccati”

"Ho già chiesto ad Alia che proceda con un censimento delle utenze in modo da verificare la reale base imponibile dei cittadini iscritti al pagamento della Tari"

Altri due cittadini sono stati sorpresi a Fucecchio mentre gettavano i rifiuti domestici nei cestini lungo la strada. I controlli della polizia municipale con gli agenti in borghese funzionano. Sono già 5 i verbali fatti dall’inizio dell’anno per questo genere di illecito. Su altri 3 abbandoni sono in corso accertamenti che potrebbero portare a nuove sanzioni.

Gli ultimi due casi sono avvenuti, come il precedente, nel centro storico alto. Due agenti, appostati nei pressi di un cestino gettacarte, hanno atteso che alcuni cittadini ripetessero quella che con ogni probabilità è un’abitudine quotidiana per sorprenderli e multarli.
“I controlli sempre più frequenti da parte della polizia municipale – spiega il sindaco Alessio Spinelli – derivano da una precisa volontà politica dell’amministrazione comunale. L’intensificarsi dei sopralluoghi è stato reso possibile spostando sugli uffici comunali alcune pratiche burocratiche che in precedenza erano gestite dagli agenti del comando territoriale di Fucecchio.

In questa prima fase i controlli sono concentrati soprattutto sul centro storico ma non abbiamo intenzione di fermarci. Chi non rispetta le regole a danno dei cittadini onesti deve essere sanzionato. Ho già chiesto ad Alia Servizi Ambientali che proceda con un censimento delle utenze in modo da verificare la reale base imponibile dei cittadini iscritti al pagamento della Tari perché non possiamo tollerare che qualcuno non si preoccupi neppure di sapere come deve smaltire i propri rifiuti domestici.

Le tasse le devono pagare tutti: con il censimento amplieremo sicuramente la platea dei contribuenti. Poi, oltre alle azioni di repressione, servono anche campagne di comunicazione appropriate perché ci sono nuovi residenti, anche provenienti da realtà lontane dalla nostra, che devono essere informati correttamente sulle modalità di smaltimento e di differenziazione dei rifiuti. In questo senso Alia dovrebbe ripetere ciò che fece quando passammo alla raccolta porta a porta, con campagne informative molto capillari”.

“Si tratta – aggiunge Massimo Luschi, comandante della Municipale – di un servizio importante nell’ottica del controllo del territorio e della civile convivenza. Salvaguardare le nostre città e verificare il rispetto delle regole è la priorità della Municipale, i servizi effettuati su Fucecchio ne sono una concreta prova”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.