In ospedale insiste per avere il suo inalatore: dentro c’è la cocaina

Ricoverato in ospedale con dolori addominali, insisteva per avere il farmaco, ma solo il suo

Un ragazzo di 29 anni si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello di Pisa lamentando forti dolori addominali, tanto che è stato ricoverato. Ha dichiarato di essere asmatico e anche chiesto insistentemente un inalatore spray che aveva lasciato a casa.

La madre ha portato in ospedale gli effetti personali del giovane per consentirgli di restare in ospedale e ha consegnato al personale della struttura anche il farmaco. I medici però, non spiegandosi la richiesta di questo farmaco in quanto non riscontravano la condizione di asma accusata dal ragazzo, gli hanno consegnato un altro inalatore spray, di identica marca e dosaggio. Ma lui, in evidente stato di agitazione, lo ha rifiutato pretendendo quello personale.

Il personale del posto fisso di polizia in ospedale ha allora analizzato l’inalatore recapitatogli dalla madre e si è accorto che nascosta all’interno c’era della sostanza, presumibilmente stupefacente. A seguito dell’analisi della sostanza effettuata dal gabinetto provinciale di polizia scientifica è risultata essere eroina e quindi il giovane è stato segnalato al Nucleo Operativo Tossicodipendenze della Prefettura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.