Punta un coltello ai controllori sul treno: denunciato un 44enne

Polfer, il bilancio di una settimana: dieci denunce, 11 persone multate e 4451 persone controllate

Più informazioni su

Dieci denunce, 11 persone multate e 4451 persone controllate. È  questo il bilancio dei controlli della polizia ferroviaria nella sola settima dal 13 al 18 febbraio sui treni e nelle stazioni della Toscana. Sono state 283 le pattuglie impegnate nelle stazioni e 29 quelle impiegate a bordo treno.

A Pisa lunedì (15 febbraio) la Polfer ha denunciato per furto una cittadina di origine bulgara poiché trovata in possesso di una patente di guida smarrita dalla titolare nel milanese.

A Empoli il 13 febbraio scorso e a Pontassieve il 16 febbraio sono stati denunciati rispettivamente un cittadino di origine senegalese e una donna brasiliana poiché inottemperanti alla normativa sugli stranieri.

Sempre a Empoli, nell’atrio della stazione, la mattina di mercoledì (17 febbraio) la polizia ferroviaria ha denunciato un 44enne di origine senegalese per il possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Il cittadino straniero, già noto alle forze dell’ordine, durante un controllo dei biglietti effettuato dal personale ferroviario, ha estratto un coltello con lama lunga 8,5 centimetri e lo ha puntato verso i controllori.

A Firenze domenica (14 febbraio) un ventenne di origine marocchina, è stato denunciato per furto aggravato dagli agenti. Il giovane ha rubato un cellulare a un viaggiatore in attesa di salire a bordo del tram, alla fermata davanti alla stazione di Firenze Santa Maria Novella.

A Chiusi, nella mattinata di lunedì (15 febbraio), un uomo è stato denunciato per molestie. L’uomo, a bordo di un treno Intercity, tra le stazioni di Arezzo e Terontola, avrebbe allungato un braccio verso una giovane donna seduta poco distante da lui e, guardandola intensamente, le avrebbe accarezzato i capelli causandole una forte sensazione di disagio. L’uomo, un cinquantenne italiano, sceso alla stazione di Chiusi è stato rintracciato, sulla base della descrizione fatta dalla giovane, da una pattuglia della polizia ferroviaria che ha provveduto a denunciarlo per molestie.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.