Quantcast

Proprietari di casa con comportamenti “padronali”, l’Unione inquilini: “Inqualificabili”

E scattano le querele

Più informazioni su

“Nell’ultima settimana si sono verificati alcuni comportamenti inqualificabili da parte dei ‘certi proprietari di casa’. Come, ad esempio, da quanto ci è stato riferito, un proprietario di casa, che nel tentativo di sfrattare un inquilino straniero, ha presentato una segnalazione alla Questura per impedirgli il rinnovo del permesso di soggiorno, ostacolando così direttamente il conduttore e un parente dello stesso nella procedura di rinnovo”. Così l’Unione inquilini interviene su recenti fatti che riguardano i rapporti tra proprietari di casa e affittuari.

“Oltretutto – dicono dall’Unione inquilini -, il proprietario di casa aveva già pignorato il quinto dello stipendio e così nel tentativo di avere tutti gli arretrati in un colpo solo, ha continuato a pretendere tutto il dovuto per permettergli di avere il permesso di soggiorno. É evidente che la suddetta condotta può configurare reato e così l’inquilino ha presentato querela per i suddetti fatti.

Non solo, nell’arco di una settimana/dieci giorni un altro proprietario è stato denunciato per altri comportamenti illeciti. Detto tutto ciò si vuole rimarcare il fatto che la nostra associazione ha sempre adottato la linea dura nei confronti degli enti pubblici, ma anche dei proprietari di casa. Così, si invitano tutti i proprietari di casa che hanno comportamenti di ‘natura padronale’ o peggiore ad interrompere immediatamente qualsiasi comportamento simile, perché vi posso garantire che sarete i prossimi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.