Quantcast

Incidente mortale di Gandolfo, 2 anni all’automobilista

Intende patteggiare una pena di 2 anni con la sospensione condizionale per il reato di omicidio stradale la 30enne che era alla guida dell’auto quella notte di ottobre 2019. La sua auto si scontrò con la moto sulla quale viaggiava il fotografo Pietro Gandolfo, 38 anni, originario di Fucecchio e residente a Santa Croce sull’Arno. Un incidente dall’esito fatale per il giovane, conosciuto in tutto il territorio (qui).

La 30enne allora residente a Montopoli Valdarno e al momento trasferita al nord, secondo la ricostruzione, aveva fatto una manovra azzardata quando impattò con la moto. Il Giudice per l’udienza preliminare dovrà decidere se ritenere congrua la pena su cui la Procura si è trovata d’accordo. Intanto l’assicurazione ha già pagato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.