Quantcast

Coronavirus, giro di vite sui controlli: c’è l’ordinanza del prefetto

A Santa Croce sull'Arno trovate fuori casa due persone positive e sottoposte a quarantena

Potenziato il controllo delle aree pubbliche più a rischio assembramento nel comprensorio del Cuoio. Un accordo fra sindaci e prefetturaha permesso al prefetto di emettere un’ordinanza ad hoc.

Intanto a Santa Croce sull’Arno due persone positive o sottoposte a quarantena obbligatoria sono state trovate fuori casa, una addirittura a fare la spesa, e per questo sono state multate.

A preannunciarlo è il sindaco di Santa Croce sull’Arno, Giulia Deidda: “Non ci giro intorno: a controllare tutto il Comune, con il solo intervento della polizia municipale, non ci si fa. Per questo noi sindaci della zona abbiamo inviato una richiesta al prefetto che prontamente ha messo in piedi un tavolo coinvolgendo la questura che ha emesso un’ordinanza, grazie alla quale sarà potenziata la sorveglianza nelle aree pubbliche a maggior rischio di affollamento, attraverso l’impiego di altre forze dell’ordine, soprattutto nel fine settimana”.

“Nel frattempo  – ricorda il sindaco – durante tutta questa settimana non siamo stati con le mani in mano. A partire da lunedì scorso abbiamo costantemente controllato e pattugliato le aree a verde pubblico e le principali piazze e luoghi di ritrovo del territorio comunale. Inoltre abbiamo controllato la permanenza domiciliare dei soggetti positivi e di quelli sottoposti a regime di quarantena. Si tratta, in tutto, di circa 50 persone. Quasi tutte erano in regola. Però una persona in quarantena era uscita, e per questo verrà sanzionata. Un’altra stamani era a fare la spesa. Un’altra positiva, che non ha risposto quando è stato suonato il campanello, sarà controllata nuovamente. Capite bene che se si continua così i provvedimenti da prendere non possono che essere drastici”.

“Nei giorni scorsi abbiamo chiesto alla nostra polizia municipale – conclude Deidda –  di lasciare indietro gli altri servizi e di concentrare su questi controlli tutte le energie, questo deve dare il senso della misura di quanto sia importante e necessario fare di tutto per fare rispettare le regole anticovid. Per questo voglio dire ancora una volta a tutte e tutti: tra oggi e domani non facciamo capannelli, perché per assembramento si possono prendere delle multe. Indossiamo la mascherina. Manteniamo le distanze. Rispettiamo le regole per questo fine settimana e da lunedì restiamo a casa, come le indicazioni da zona rossa ci impongono di fare. Ringrazio a nome di tutta la comunità santacrocese tutte le donne e gli uomini impegnati nei controlli. Senza il vostro lavoro tutto sarebbe molto più difficile e certi sacrifici che la maggior parte delle famiglie fanno nonostante non sia per niente entusiasmante sarebbero vani”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.