Quantcast

Furti nei negozi a Pontedera, un arresto e una denuncia

Esito positivo per le indagini degli agenti del commissariato. Cinque badanti multate per violazione della normativa antiCovid

Furti nei negozi a Pontedera, un arresto e una denuncia.

Nei giorni scorsi, per contrastare il fenomeno il commissariato di Pontedera aveva predisposto servizi straordinari con personale in borghese. Nella mattina di mercoledì (10 marzo) un poliziotto, libero dal servizio, è stato avvisato di un furto commesso qualche minuto prima ai danni del negozio di abbigliamento Scout, con una borsa schermata per eludere il sistema anti taccheggio.

Immediatamente intervenuto, lo stesso ha verificato attraverso le telecamere di sorveglianza che si trattava di una delle persone già sotto indagine. Allertate le pattuglie in servizio, l’uomo però non è stato rintracciato. Il giorno successivo la pattuglia in abiti civili ha notato l’uomo che passeggiava tranquillamente nel centro cittadino. È iniziato quindi un pedinamento e lo stesso è stato notato prima fermarsi in una traversa del corso Matteotti e poi dirigersi verso il supermercato Lidl per poi uscire dopo pochi minuti. Fermato, è stato, trovato in possesso di due bottiglie di alcoolici appena rubate e di un mazzo di chiavi di un appartamento.

Nella flagranza di reato è stato accompagnato nella strada dove era stato visto e, attraverso le chiavi, si è individuato l’appartamento nella sua disponibilità al cui interno c’erano un altro cittadino di origine georgiana, riconosciuto come l’autore del furto di un paio di scarpe qualche giorno prima all’interno del negozio Marsili e altre cinque donne connazionali, di professione badanti ma provenienti da altri comuni e province toscane.

In manette è finito M.P., 37enne, irregolare sul territorio nazionale e già conosciuto alle forze dell’ordine per i reati di furto aggravato. È stato denunciato, invece, B.G., 34enne sempre di origine georgiana

Nel corso della perquisizione sono state rinvenute le scarpe rubate che sono state restituite al negozio Marsili mentre non è stata rinvenuta la felpa rubata al negozio Scout.

Nei confronti delle cinque donne sono stati elevati altrettanti verbali per inosservanza del decreto contro la diffusione del Covid 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.