Quantcast

Spaccio in zona stazione a Pisa, arrestato un pusher 26enne

Accompagnato al Cpr di Gradisca d'Isonzo sarà espulso dal territorio nazionale

Continuano i consueti servizi della polizia nella zona della stazione ferroviaria, in particolare per il contrasto allo spaccio.

Ancora una volta i servizi predisposti dalla questura hanno colto nel segno: nel pomeriggio sulla zona della stazione ma anche sul lato della ferrovia che guarda verso il mare, in zona San Giusto, sono state utilizzate pattuglie di rinforzo del Reparto prevenzione crimine di Firenze, specializzate nel controllo del territorio, fino all‘ora di cena, controllando 36 persone e 18 autoveicoli, senza rinvenire alcunché. Ma la presa non è stata mollata, perché evidentemente qualche spacciatore aveva pensato di piazzare di sera le dosi di stupefacente che non era riuscito a smerciare di giorno, a causa della massiccia presenza della polizia. Non facendo però i conti con l’occhio vigile delle volanti, che ieri sera hanno intravisto in una via laterale, mentre percorrevano viale Bonaini, un giovane di origine tunisina, appena 26enne, noto per i suoi trascorsi in materia di stupefacenti.  Da ultimo, era stato arrestato dalla Squadra mobile della questura di Pisa nel gennaio del 2020 per stupefacenti.

I poliziotti hanno bloccato il tentativo di allontanarsi frettolosamente dalla zona e lo hanno sottoposto a perquisizione personale: addosso aveva 5 dosi di cocaina e la somma di 520 euro, ritenute provento di spaccio visto che il giovane  peraltro è irregolare sul territorio nazionale e nullafacente. È stato accompagnato in questura e, dopo la denuncia alla procura per il reato di detenzione ai fini di spaccio, trattenuto in questura dove l’ufficio immigrazione ha chiesto ed ottenuto che fosse accompagnato al Centro di permanenza e rimpatrio di Gradisca d’Isonzo che perfezionerà la procedura per la sua definitiva espulsione dal territorio nazionale su un aereo.

Oggi pomeriggio lascerà Pisa, che negli ultimi 3 anni lo ha visto protagonista in negativo tra la zona delle Vettovaglie e la stazione, e sarà scortato da una pattuglia della polizia di stato in Friuli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.