Quantcast

Covid, Spinelli: “Ancora presto per allentare le restrizioni”

Per il sindaco di Fucecchio e presidente della Società della salute Empolese Valdelsa "piccoli miglioramenti ma il tasso di contagio è ancora altissimo"

Sono state 113 questa settimana le positività al Covid accertate a Fucecchio con una riduzione del 25% rispetto al picco raggiunto nei sette giorni precedenti quando i casi arrivarono alla cifra record di 151.

L’auspicio è che sia l’avvio di una curva discendente ma è presto per dirlo, anche perché i numeri degli ultimi giorni non sembrano essere particolarmente incoraggianti. Una leggera riduzione si è verificata in tutta l’area della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa con un tasso per 100 mila abitanti che dal 20 al 27 marzo è sceso da 448 a 387. Ma sono numeri ancora lontanissimi dal limite della zona rossa fissato a 250.

“Ancora ieri – spiega il sindaco Alessio Spinelli, che è anche presidente della Sds – 13 comuni su 15 superavano il limite e 6 di questi, tra cui Fucecchio e altri 3 comuni del Comprensorio del Cuoio, erano ampiamente sopra quota 400. Il tasso di contagio quindi è ancora altissimo e ci impone di osservare scrupolosamente tutte le prescrizioni previste dai decreti e dalle ordinanze dei singoli comuni. Da domani tutta la Toscana sarà zona rossa ma la parte centrale della nostra regione, quella dei principali distretti produttivi, è già in lockdown da una o due settimane. Il rispetto delle regole, unito ad un incremento delle vaccinazioni, porterà per forza ad una riduzione dei casi, soprattutto di quelli più gravi che richiedono l’ospedalizzazione. Nella settimana dal 21 al 27 marzo, però, sono stati ancora 122 i nuovi ingressi in terapia intensiva nella nostra regione, contro i 115 e i 106 delle due settimane precedenti. Se non invertiamo questo trend e ridiamo fiato agli ospedali è difficile pensare di poter tornare a un allentamento delle restrizioni”.

Intanto continuano i controlli sul territorio da parte della polizia municipale e delle forze dell’ordine. Per la violazione delle norme anti contagio sono previste sanzioni che vanno da 400 a 1000 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.