Quantcast

Toscana in zona arancione, ma il Cuoio ha ancora numeri da rosso

L'indice Rt è in miglioramento ma il ministro Speranza non ha ancora firmato le ordinanze

Toscana verso la zona arancione, assieme al Piemonte, la Lombardia, il Friuli e l’Emilia Romagna.

“Da qui a qualche ora – ha detto il ministro della salute Roberto Speranza – firmerò delle ordinanze e sulla base dei numeri che abbiamo. Una parte significativa delle ordinanze porterà una parte del territorio dal rosso all’arancione, ciò significa che le misure hanno prodotto una prima piegatura della curva ma il contesto è ancora molto complicato con un tasso di diffusione del virus significativo e le intensive piene”.

Oltre ai numeri reali e quindi alla decisione, resta da capire se il colore sarà omogeneo o saranno ancora previste delle “isole” con colori diversi, come era accaduto prima di Pasqua: i dati del comprensorio, infatti, a ieri non erano ancora troppo incoraggianti.

Lo conferma anche il governatore Eugenio Giani, anch’egli parlando in tv. Ha preannunciato che anche se la Regione passasse all’arancione manterrà alcune zone rosse per l’indice di contagio riscontrato: fra queste Empolese Valdelsa, Valdarno inferiore e provincia di Prato.

“L’indice Rt è in miglioramento e alcune Regioni passeranno in zona arancione”, le parole del presidente del consiglio superiore di sanità Franco Locatelli questa mattina in tv che, parlando della campagna vaccinale, ha aggiunto che “non c’è stata una svista in termini di priorità, si è già data la priorità agli 80enni ospiti della Rsa e ai fragili”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.