Quantcast

I sindaci del Cuoio: “Piena fiducia negli amministratori pubblici indagati”

La reazione dopo la maxioperazione antimafia: “La legalità è uno dei nostri costanti riferimenti”

“Abbiamo massimo rispetto per l’azione della magistratura e siamo certi che sarà fatta piena luce sulla vicenda”. Simone Giglioli sindaco di San Miniato, Gabriele Toti sindaco di Castelfranco di Sotto, Giovanni Capecchi sindaco di Montopoli in Valdarno e Alessio Spinelli sindaco di Fucecchio commentano così la notizia della maxi operazione compiuta dai carabinieri e dai nuclei forestali dell’Arma, al centro della quale è finito il sistema di smaltimento dei rifiuti conciari di Santa Croce sull’Arno (Leggi qui).

Si tratta di tre indagini collegate tra loro in materia di inquinamento ambientale, narcotraffico internazionale, estorsione e illecita concorrenza, filoni diversi che hanno in comune il coinvolgimento con cosche della ‘Ndrangheta.

“Il settore conciario – proseguono – è un ambito che, già in passato, è stato oggetto di indagini che, però, non hanno poi portato allo svolgimento di procedimenti. Sul tema della legalità abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione perché lo consideriamo uno dei nostri costanti riferimenti. Auspichiamo che sia fatta piena luce nei tempi più rapidi possibili, lasciando che la giustizia faccia il proprio corso: da parte nostra continuiamo comunque ad avere piena fiducia negli amministratori pubblici che, al momento, risultano indagati“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.