Quantcast

“I benefici superano i rischi”, Ema dà il via libera per il vaccino Johnson & Johnson

Le informazioni del bugiardino saranno aggiornate

Ema, l’agenzia europea del farmaco, dà il via libera al vaccino Johnson & Johnson. Pur riconoscendo come possibili i legali causa – effetto con i casi, definiti molto rari, di trombosi cerebrale verificatisi negli Stati Uniti. 

“I benefici superano i rischi – spiega Ema -. Tutti gli eventi rari di trombosi cerebrale si sono verificati in persone di età inferiore a 60 anni entro tre settimane dalla vaccinazione, e in maggioranza nelle donne. Sulla base delle prove attualmente disponibili, i fattori di rischio specifici non sono stati confermati”

Il comitato per la sicurezza di Ema ha anche spiegato che sul bugiardino del vaccino dovrebbe essere aggiunto un avvertimento su coaguli di sangue insoliti con piastrine basse.

“I casi di eventi rari esaminati dopo il vaccino della J&J – aggiunge l’agenzia europea del farmaco –  sono molto simili ai casi verificatisi con il vaccino Covid-19 sviluppato da AstraZeneca”

Alla data dello scorso 13 aprile oltre 7 milioni di persone hanno ricevuto il vaccino Janssen negli Stati Uniti e solo 8 sono stati i casi rari, di cui uno fatale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.