Quantcast

Palloncini bianchi in cielo per ricordare Francesca a un anno dalla scomparsa

In pieno lockdown ha perso la sua battaglia contro l'endometriosi. Al cimitero della Rotta la cerimonia voluta dalla sorella gemella Barbara e dagli amici

Non hanno potuto salutarla come si deve lo scorso anno, quando in pieno lockdown Francesca Barsotti, 45 anni, aveva perso la sua battaglia, lasciando questo mondo e quella frazione in cui tanti le volevano bene.

Per questo ad un anno di distanza la sorella gemella Barbara, la famiglia e gli amici organizzeranno, questo pomeriggio (4 maggio) alle 17 al cimitero della Rotta, un saluto tutti insieme.

Francesca Barsotti un anno lutto endometriosi 2020

“Lasceremo andare nel cielo un sacco di palloncini bianchi – dice la sorella – Un saluto speciale alla France da chi le vuole bene”. Un modo, fra le altre cose, per tenere alta l’attenzione su un tema ancora troppo sottovalutato. Francesca credeva nella vita, come ricorda chi la conosceva bene, credeva nelle donne e nella forza che sanno trovare.

Da anni era affetta da endometriosi, di cui si parla ancora poco. Una malattia tutta al femminile anche se poi colpisce gli affetti di intere famiglie. E anche se colpisce milioni di donne resta una malattia sottovalutata, poco studiata e qualche volta, come era successo proprio a Francesca, anche diagnosticata in maniera tardiva, come essa stessa aveva denunciato in un’intervista-coraggio nel 2015.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.