Quantcast

Inchiesta Dda, Mazzeo: “Cancelleremo l’emendamento al centro delle indagini nella maniera più corretta”

Voto in aula il 25 e 26 maggio. Lunedì la nomina del presidente della commissione di inchiesta

L’intenzione è di cancellare l’emendamento e di farlo nella maniera più corretta possibile“. Lo ha detto il presidente del consiglio regionale toscano, Antonio Mazzeo, intervenuto sul testo approvato in passato dal consiglio regionale toscano e al centro di un’inchiesta della Dda di Firenze, riguardante lo smaltimento di rifiuti tossici delle concerie in provincia di Pisa, non sia stato ancora cancellato e la discussione rimandata a fine mese.

“C’è stata la richiesta da parte delle opposizioni di un approfondimento, questo approfondimento verrà fatto mercoledi prossimo alla presenza del presidente Giani, e poi si andrà in aula il 25-26 maggio – ha aggiunto Mazzeo – Nel frattempo ho convocato l’insediamento della commissione di inchiesta e lunedì prossimo eleggeremo il presidente di tale commissione“.

E a chi gli ha chiesto perché in passato abbia firmato l’emendamento che adesso la maggioranza in consiglio regionale toscano vorrebbe cancellare, Mazzeo ha risposto: “Preferisco che termini la fase di istruttoria preliminare e poi rilascerò  tutte le dichiarazioni del caso. Penso che bisogna rispettare il lavoro della magistratura che sta facendo ancora approfondimenti. Terminati quelli darò tutte le risposte del caso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.