Quantcast

Aumentare le vaccinazioni, accordo tra Regione Toscana e ordine delle professioni sanitarie

Gli iscritti saranno in prima fila per contribuire, previa adesione volontaria, alle attività di somministrazione

Campagna vaccinale, al via la collaborazione tra l’assessorato per il diritto alla salute e alla sanità della Regione Toscana e gli ordini professionali dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (Tsrm Pstrp) della Toscana.

L’obiettivo è quello di incrementare il numero dei cittadini vaccinati nel più breve tempo possibile, per prevenire ulteriori impennate nei contagi e sostenere la riapertura delle attività economiche in piena sicurezza.

In base agli accordi intercorsi, anche gli ordini stanno collaborando per elevare il livello di protezione dei cittadini toscani, sia attraverso la messa in sicurezza dei professionisti sanitari che incontrano quotidianamente i propri pazienti, sia predisponendo quanto necessario per poter utilizzare proficuamente quegli stessi professionisti che, su base volontaria, andranno ad operare nell’ambito del piano vaccinale regionale, come previsto dal protocollo d’intesa sottoscritto il 16 aprile scorso tra il governo, le Regioni e le Province autonome e la federazione nazionale degli ordini.

“In pratica, anche gli iscritti all’ordine saranno in prima fila per contribuire, previa adesione volontaria, alle attività di somministrazione dei vaccini contro il Sars-CoV-2 alla popolazione – spiega Cristiana Baggiani, presidente dell’ordine Tsrm Pstrp di Pisa Livorno Grosseto – a tale fine, i professionisti che si sono resi disponibili dovranno frequentare il corso appositamente predisposto dall’Iss, istituto superiore di sanità,  sulla campagna vaccinale Covid 19 ed effettuare un training sotto supervisione per l’attività di inoculazione vaccinale, in modo da dare massima garanzia ai cittadini”.

Lo stesso assessorato regionale e gli ordini professionali  stanno anche provvedendo, di comune accordo, ad aggiornare i dati presenti nella piattaforma che gestisce le prenotazioni vaccinali della Regione Toscana, al fine di facilitare il completamento della campagna di vaccinazione nei confronti di tutti quei professionisti sanitari iscritti agli ordini, operanti a partita Iva e/o in regime di libera professione, che a tutt’oggi non sono riusciti a registrarsi. L’aggiornamento sarà completato, salvo imprevisti, entro la settimana corrente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.