Quantcast

Tampona un mezzo della Croce Verde di Pistoia e fugge, 40enne pisana denunciata dai carabinieri

I militari di Sambuca Pistoiese l'hanno raggiunta sulla Porrettana a distanza di 15 chilometri dal sinistro

Tampona un mezzo di soccorso della Croce Verde di Pistoia e scappa perchè ha fretta. I carabinieri di Sambuca Pistoiese denunciano una 40enne pisana per omissione di soccorso e lesioni personali stradali.

La donna stava percorrendo via Nazionale, in località Ponte della Venturina del Comune di Alto Reno Terme, a bordo del proprio fuoristrada Hyundai Santa Fè quando, probabilmente a causa di una distrazione, è andata a tamponare l’autovettura che la precedeva, una Suzuki Ignis utilizzata dall’associazione di volontariato Croce Verde di Pistoia per il trasporto di persone gravemente malate che necessitano di essere accompagnate a fare terapie mediche.

Subito dopo lo schianto, il conducente della Suzuki Ignis è sceso dal mezzo per constatare l’entità del danno subito e tentare di scambiare i propri dati con la conducente dell’autovettura che lo aveva tamponato, ma questa, una volta ripresasi dallo shock dell’impatto, ha iniziato ad inveire nei suoi confronti, accusandolo di essersi fermato all’improvviso, minimizzando il danno arrecatogli e rifiutandosi nel modo più assoluto di fornirgli i propri dati. Anzi, la donna, adducendo la scusa di avere fretta, ha ingranato la marcia e si è data alla fuga in direzione Pistoia.

Per fortuna, il volontario della Croce Verde, con il proprio cellulare, ha fatto in tempo a scattare una foto alla targa della Hyundai Santa Fè, allertando subito i carabinieri della stazione di Sambuca Pistoiese i quali, seguendo la via di fuga della donna, sono riusciti a raggiungerla e a bloccarla sulla Porrettana, a più di 15 chilometri di distanza dal luogo del sinistro stradale.

Portata in caserma per le formalità di rito, la donna è stata denunciata in stato di libertà per omissione di soccorso con conseguente immediato ritiro della patente di guida. Inoltre, visto che a bordo della Suzuki Ignis vi era anche una persona trasportata che, a causa dell’impatto, ha riportato la frattura di una costola con una prognosi di guarigione di 30 giorni, la quarantenne è stata altresì denunciata anche per il reato di lesioni personali stradali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.