Quantcast

Sottopasso di viale Marconi chiuso dal 7 al 10 giugno. I vigili del fuoco: “Il materiale caduto è risultato di peso non trascurabile” foto

Sempre per i vigili del fuoco "Al passaggio dei treni le travi in ferro, avevano una evidente flessione tendente ad interessare gli elementi cementizi"

Doveva essere roba da poco, ma invece alla fine è la cosa sembra essere più seria del previsto. Il sottopasso ferroviario di viale Marconi a San Miniato Basso rimarrà chiuso ad auto e pedoni dal 7 al 10 giugno dalle 9 alle 17 30 di ogni giorno. L’allarme sul sottopasso era scattato lo scorso primo giungo a seguito del discatto di porzioni di muratura, si parla di pezzi da oltre mezzo chilo al passaggio dei treni.

E che la situazione abbia necessità di un intervento approfondito lo avevano già evidenziato i vigili del fuoco nella loro relazione, recepita dal Comune, dove si legge: “L’intero sottopasso è visivamente in carente stato manutentivo (almeno per quanto attiene l’aspetto esteriore), con le parti in ferro a vista ossidate e le parti in cemento armato con significativi distacchi dei copriferri (molti dei quali già scoperti ed in stato di ossidazione). Il materiale caduto oggetto di intervento (sul sottostante manto stradale), costituiva, appunto, parte del copriferro dell’elemento in cemento armato posto in sommità di uno dei muri”. Non solo i vigil idel fuoco aggiungono poi: “Il materiale caduto è risultato costituito da elementi murari di peso non trascurabile (3 o 4 di peso superiore ad mezzo chilo circa). Si evidenzia infine che al passaggio dei treni in transito ed a velocità sostenuta (almeno tre treni fino alla temporanea interruzione del traffico ferroviario), le travi in ferro di sostegno delle rotaie, avevano una evidente flessione tendente ad interessare, con tale movimento intermittente, gli elementi cementizi sommitali delle spallette murarie”.

I lavori, realizzati interamente dalla società Rete Ferroviaria Italiana, riguardano la rimozione dei pannelli pubblicitari e delle strutture di sostegno, la verifica degli ancoraggi e della resistenza dei parapetti, la manutenzione straordinaria dei cordoli con la rimozione di tutte le parti di calcestruzzo degradate, la manutenzione dei pulvini di sostegno delle travi dell’impalcato e il riordino e fissaggio dei cavi elettrici.
Viale Marconi è una delle arterie più importanti del nostro territorio – spiega il sindaco di San Miniato Simone Giglioli -. Quello che è successo qualche giorno fa ha reso necessario prendere provvedimenti: anche se, a seguito delle verifiche di Rfi, non sono stati rilevati problemi strutturali, era necessario comunque che venissero attuati interventi di manutenzione a causa del naturale deterioramento di alcune porzioni del sottopasso”.

“Durante i lavori, nell’orario serale in cui questo tratto sarà riaperto al traffico veicolare, saranno garantite tutte le misure di sicurezza. Sono in molti a percorrere questo tratto, in particolare la mattina e la sera, era quindi necessario garantire lo svolgimento dei lavori e, al tempo stesso, non interrompere completamente una strada di così importante collegamento. Mi scuso per gli eventuali disagi che si potranno creare al traffico, ma si tratta di un intervento necessario”. (g.m.)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.