Quantcast

Divieto di fermata nelle “vie dello spaccio”: l’ordinanza di Spinelli per fermare il giro di droga alle Cerbaie

Scatta la denuncia per chi non la rispetta

Fucecchio lancia il guanto di sfida anche ai consumatori di droga nei boschi delle Cerbaie al fine di prevenire e contrastare quei comportamenti che compromettono la sicurezza urbana e che provocano allarme sociale.

Contrasto alla spaccio atto secondo: dopo gli interventi mirati e ancora in corso nei boschi degli agenti del Nucleo Valdarno ovest Fucecchio-Cerreto Guidi della polizia locale dell’Unione dei Comuni in collaborazione con il reparto cinofilo dei colleghi di Prato, che hanno comportato lo smantellamento di alcune postazioni di spaccio e l’identificazione di spacciatori e consumatori, ora l’attenzione dell’amministrazione comunale fucecchiese è rivolta, mediante l’utilizzo di telecamere, ai consumatori, a coloro cioè che alimentano il giro dello spaccio .

Con un’ordinanza di ieri (21 giugno) il sindaco Alessio Spinelli, nella sua qualità di ufficiale di Governo, ha emanato prescrizioni chiare e perentorie per combattere lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti nell’area delle Cerbaie, dato che questi fenomeni contribuiscono notevolmente all’insorgenza di comportamenti criminosi che si ripercuotono su tutta la comunità fucecchiese. Per questo motivo lungo le strade, cosiddette dello spaccio, ossia via Pesciatina, via di Rimedio, via di Montebono, via delle Cerbaie, via della Bigattiera, via Dosso di Fedone, via delle Pinete, via delle Forre, via Forrone, via Romana Lucchese, via Val Grande e via dell’Agrifoglio è in vigore da ieri come da apposita segnaletica stradale, il divieto, a qualsiasi titolo, di fermata: in buona sostanza nessuno si potrà fermare per approvvigionarsi di sostanze stupefacenti, pena una denuncia penale ai sensi dell’articolo 650 del Codice penale.

Le sanzioni a carico di chi non ottempera al suddetto divieto, si legge nell’ordinanza, sono accertabili anche mediante i sistemi di video sorveglianza in dotazione al comando di polizia municipale dell’Unione dei Comuni. L’ordinanza per il momento è valida fino al 31 agosto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.