Quantcast

In migliaia per un rave party nella notte a Tavolaia: niente sgombero, si attende che l’assembramento si sciolga foto

Musica ad alto volume ed alcol nella tranquilla frazione di Santa Maria a Monte: durerà fino a domani. Parrella: "Evento che va contrastato e condannato"

Auto, moto, camper, caravan. E soprattutto tanta musica sparata dalle casse e dagli altoparlanti e alcol a fiumi. Tutti gli ingredienti ‘classici’ di un rave. Che in poche ore ha riempito di persone la zona di Tavolaia a Santa Maria a Monte. Uno sciame di persone, fra i 4mila e i 5mila, che si è letteralmente impadronita della zona.

rave party Tavolaia

Una organizzazione rapida e perfetta, con tanto di gru che hanno trasportato nell’area, privata, gli elementi per la costruzione del palco.

Erano in tanti giovani e giovanissimi, italiani e stranieri, senza alcun rispetto delle regole anti assembramento, ad essersi riversati nelle campagne di Tavolaia, per partecipare al rave party abusivo e non autorizzato. Immediato il tam tam partito dalle segnalazioni dei residenti che hanno chiamato le forze dell’ordine per segnalare musica ad alto volume ed un gran numero di persone ed auto che si dirigevano verso la zona. La situazione è presto diventata caotica, con tutte le strade intasate nella zona e traffico bloccato fino a Staffoli.

rave party Tavolaia foto Sei di Santa Maria a Monte se...

Della situazione si è interessata la sindaca di Santa Maria a Monte, Ilaria Parrella, rimasta in costante contatto con questura e prefettura di Pisa. “Evidenti i problemi causati dall’imprevedibile situazione – dice – Sul posto i carabinieri in coordinamento con la questura stanno controllando quanto sta accadendo. La zona di Tavolaia conosciuta per la sua tranquillità è stata scossa dall’arrivo di mezzi e persone che hanno creato grossi disagi agli abitanti. Come Comune abbiamo dato la nostra piena collaborazione alle forze dell’ordine“.

“Vorrei chiedere – conclude Parrella – ai nostri cittadini di non avvicinarsi all’area del rave, non serve creare altro disagio per la curiosità di un evento che va solo condannato e contrastato”.

Per l’intervento, che si è subito dimostrato difficoltoso per il gran numero di persone presenti, i carabinieri hanno chiuso la viabilità alle 4 strade di Bientina, in direzione Tavolaia.

Le forze dell’ordine, polizia e carabinieri, pur presenti in forze non sono, ovviamente, intenzionate ad operare uno sgombero ma ad attendere che la manifestazione si esaurisca naturalmente per evitare problemi di ordine pubblico. Nel frattempo, con la chiusura delle vie di accesso e di deflusso dall’area, si tenterà di identificare quante più persone possibili per gli eventuali successivi provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Sul posto resteranno fino alla fine dell’evento anche vigili del fuoco e personale del 118.

Presente anche la polizia municipale che ha provveduto a sanzionare centinaia di auto parcheggiate in divieto di sosta nelle strade di accesso all’area e anche nelle stradine di campagna della zona.

Fonti interne all’organizzazione dell’evento, comunque, fanno sapere che la manifestazione andrà avanti fino a domani, quando tutto sarà smontato e i partecipanti si allontaneranno.

Intanto il Comune di Santa Maria a Monte ha attivato il centro operativo comunale (Coc). Sul posto sono presenti un’ambulanza, un mezzo antincendio e varie postazioni di protezione civile.

protezione civile Tavolaia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.