Quantcast

Lutto nella politica, morto l’ex parlamentare Francesco Bosi

Pilastro di Dc e Udc toscana è stato due volte deputato, due volte senatore e sottosegretario alla difesa nel governo Berlusconi

Lutto in casa Udc: è morto Francesco Bosi, 76 anni. Nato a Piacenza è stato un pilastro della Democrazia Cristiana e poi dell’Udc in Toscana, oltre che consigliere regionale e sindaco di Rio nell’Elba. È stato due volte deputato, due volte senatore e sottosegretario alla difesa nel governo Berlusconi.

“È scomparso Francesco Bosi – ha detto il segretario nazionale Lorenzo Cesa – un grande amico, un pilastro della nostra famiglia di democratici cristiani, tra i fondatori dell’Udc. Ci lascia un uomo cattolico impegnato da sempre in politica che sapeva tradurre i valori democratici cristiani in azioni concrete e sempre vicino e attento ai bisogni delle persone e della sua amata Toscana. Ci mancherà il suo straordinario attaccamento ai principi della cristianità e della fede. Esprimo le più sentite condoglianze, mie personali e anche a nome di tutto l’Udc, ai familiari e agli amici democratici cristiani della Toscana”.

Per il senatore e presidente Udc Antonio De Poli, “con Francesco Bosi perdiamo un grande interprete dei valori democratici cristiani, una personalità di rara umanità che viveva la politica con passione, impegno e uno straordinario legame ai principi democratici cristiani. Esprimo il mio piu’ sincero e sentito cordoglio ai familiari e agli amici dell’Udc della Toscana”.

“La scomparsa di Francesco Bosi mi riempie il cuore di tristezza e di nostalgia, nel ricordo di una delle persone più coerenti e più leali che ho conosciuto nella mia vita”. Lo ha detto Pierferdinando Casini. “Giovane forlaniano, segretario cittadino della Dc – ha aggiunto Casini – e prima ancora assessore a Firenze, Bosi è stato tra i fondatori del Ccd prima e dell’Udc poi, per diverse legislature parlamentare e a lungo sottosegretario al ministero della difesa, a cui ha dedicato un impegno intelligente e appassionato. Democristiano vero e centrista a tutto tondo, Francesco ha fatto fatica ad appassionarsi negli ultimi anni alle nuove suggestioni politiche del nostro tempo, ma ha continuato ad essere sempre un osservatore acuto e vivace. Ha amato Firenze, la sua città, e credo che oggi tutti, amici ed avversari politici, non possano che inchinarsi alla memoria di un uomo buono e giusto”.

“Apprendo con grande dolore – dice il vicecoordinatore provinciale di Forza Italia di Firenze, Giampaolo Giannelli – della scomparsa dell’onorevole Francesco Bosi, esponente di spicco della politica toscana e nazionale degli ultimi 30 anni. Fervente cattolico, uomo di saldi principi morali e personali, che ho avuto modo di conoscere, frequentare, apprezzare, è stato prima nella Dc poi nell’Udc. È stato eletto prima in consiglio regionale, poi due volte deputato e due volte senatore della Repubblica. Dal 2001 al 2011 ha anche ricoperto la carica di sindaco di Rio Marina nell’Elba. Un pensiero affettuoso va alla famiglia, alla quale era legatissimo”.

“Oggi piangiamo la scomparsa di un amico l’onorevole Francesco Bosi, parlamentare dell’Udc, consigliere regionale e sindaco del Comune di Rio Marina. Bosi ha ricoperto in due governi Berlusconi anche il ruolo di sottosegretario dalla difesa. Dopo la prematura scomparsa di Nedo Poli – hanno commentato il segretario regionale Luca Titoni ed il presidente Enrico Mencattini – ci troviamo a distanza di poco più di un mese a piangere la morte di un altro caro amico Francesco Bosi. Un uomo di grandi doti e valori, sempre pronto a lavorare per il territorio e per gli altri. Adesso ci piace immaginare Nedo e Francesco di nuovo insieme a discutere d politica, come amavano fare. Alla famiglia le nostre più sincere condoglianze e quelle di tutto il partito toscano. Ciao Francesco ci mancherai”.

“La scomparsa di Francesco Bosi è un duro colpo per tutta la nostra comunità politica che lui non ha mai mancato di supportare, idealmente e concretamente. È stato un punto di riferimento per tutti noi e ha sempre dato a Forza Italia un contributo di valori, di esperienza, di capacità politica, sia dentro le Istituzioni, che ha servito con impegno e concretezza, sia, dopo, da fuori. Francesco ci ha anche insegnato a parlare a quei mondi, orfani di un centro, che, per lui, devono costituire una delle anime del centrodestra e sicuramente di Forza Italia. È stato la traduzione politica di cosa voglia significare il cristianesimo sociale. Alla famiglia e ai colleghi di Udc tutta la solidarietà mia e del coordinamento di Prato”. Lo afferma Erica Mazzetti, deputata di Forza Italia. 

“Con Francesco Bosi – dice l‘ex consigliere regionale lucchese, Giuseppe Del Carlo – scompare uno dei politici più coerenti e seri che abbia mai conosciuto. Lascia un grande vuoto, oltre che nella sua famiglia e in chi lo ha conosciuto e stimato, nella politica e nelle istituzioni. Quando 30 anni fa sono entrato per la prima volta in consiglio regionale ho trovato in Lui un punto di riferimento che esprimeva con convinzione e passione la grande tradizione democratico cristiana, molto determinato nella difesa dei valori fondamentali. Da allora abbiamo condiviso sempre le scelte più importanti”.

“Nel 1994 abbiamo seguito Pier Ferdinando Casini – dice – nella fondazione del Ccd e successivamente dell’Udc.  Francesco è sempre stato un protagonista e un amico sincero, meritando a pieno titolo i numerosi e importanti incarichi ricoperti: assessore a Firenze, sindaco a Rio Marina, consigliere regionale, senatore, deputato e sottosegretario, svolti tutti con capacità e attenzione verso i territori che lo avevano eletto. Per due legislature lo abbiamo avuto candidato nel collegio di Capannori-Pistoia. Grazie Francesco. Profondamente addolorato, anche a nome della mia famiglia, invio sentite condoglianze e un forte abbraccio alla moglie e ai figli”.

“Con Francesco Bosi la politica toscana e italiana perdono un protagonista indiscusso, una persona perbene, un politico dai saldi principi cristiani che ha animato la costruzione del centrodestra unito e che ha sempre mostrato straordinarie doti di umanità ed equilibrio”. Così su Twitter la deputata di Forza Italia e sottosegretario di Stato ai rapporti con il parlamento Deborah Bergamini.

Sulla scomparsa anche il consigliere nazionale Anci della Lega, Marco Cordone: “Poco tempo fa è scomparso Paolo Bartolozzi, ora Francesco Bosi, tutti politici che conoscevo molto bene e di grande valore, pur militando in forze politiche diverse. Desidero esprimere alla famiglia dell’onorevole Francesco Bosi, le mie pià sentite condoglianze, ricordando che Bosi essendo uno sportivo  conosceva anche mio padre Antonio, ex calciatore e allenatore”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.