Quantcast

Mega rave party a Tavolaia, è iniziato l’esodo ma restano circa 2.500 giovani: cinturata l’area

Allestiti posti di blocco per fermare nuovi arrivi

Va avanti e proseguirà probabilmente fino a domattina il maxi rave party con alcune migliaia di persone, molte delle quali giunte anche dall’estero, a Tavolaia di Santa Maria a Monte. La mega festa non autorizzata prosegue ormai da sabato notte, ma le forze dell’ordine hanno cinturato la zona, impedendo l’accesso di altri partecipanti, soprattutto giovani e provenienti anche da fuori regione. Due migliaia di partecipanti, tuttavia, tra ieri e oggi pomeriggio ha lasciato la maxi festa. L’esodo è proseguito nel tardo pomeriggio: nell’area sono rimaste circa 2.500 persone. Da stamani, intanto, è stato attivato un quarto check point a cura della questura in zona Orentano.

La musica techno ‘sparata’ dalle casse montate su un camion si sente a centinaia di metri di distanza di un terreno privato.

Lungo le strade di accesso all’area, scelta come campeggio e discoteca abusivi è stato predisposto un cordone di forze dell’ordine che hanno istituito tre check point per impedire nuovi arrivi. La questura da oltre 24 ore sta coordinando un apposito servizio di ordine pubblico. Attenzione anche alle misure anti-Covid.

A causa del gran numero di persone è stato deciso di non procedere allo sgombero, per evidenti motivi di sicurezza. Il gruppo di organizzatori del rave ha intenzione di andare avanti ad oltranza, almeno fino a domattina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.