Quantcast

Violenza sessuale ai danni di una minorenne, in manette un 20enne

Originario della Repubblica Dominicana è stato arrestato all'aeroporto di Malpensa mentre tentava di rientrare nel proprio paese

È accusato di aver commesso violenza sessuale ai danni di una minorenne. Per questo ieri (18 luglio) la polizia ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un ventenne di origine dominicana, da diversi anni residente nel nostro territorio. Stava tornando nel suo paese di origine ed è stato fermato al terminal di Malpensa.

Lo straniero è indiziato di aver commesso una violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazza di diciassette anni, avvenuta in una abitazione nella disponibilità dell’uomo nella zona della stazione di Pisa.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Sisto Restuccia e svolte dalla squadra mobile di Pisa, hanno consentito di ricostruire un quadro gravemente indiziario nei confronti dell’indagato, che avrebbe in una notte dei primi di giugno attirato con la persuasione la giovane vittima, conosciuta qualche giorno prima ad una festa, nell’abitazione in suo possesso e poi l’avrebbe costretta a subire atti sessuali.

Le dichiarazioni rese dalla vittima, che ha trovato il coraggio di denunciare assieme ai genitori l’abuso subìto hanno consentito l’apertura delle indagini, condotte dalla polizia. Le dichiarazioni, poi riscontrate dalle testimonianze di alcuni amici della vittima a conoscenza di elementi successivi alla commissione del fatto, hanno consentito di individuare gravi indizi di reato a carico del presunto autore, che hanno portato alla richiesta, da parte della procura, dell’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del dominicano.

Il Gip del tribunale di Pisa, valutato il pericolo della reiterazione dei reati della stessa indole, ha disposto nei confronti dello stesso la misura degli arresti domiciliari.

L’uomo, nel frattempo, aveva acquistato un biglietto aereo per fare rientro nel proprio paese d’origine, ma è stato rintracciato e arrestato dagli uomini della squadra mobile di Pisa e della polizia di frontiera aerea di Malpensa Varese al terminal delle partenze dello scalo aereo lombardo, e condotto agli arresti domiciliari nel suo domicilio di Pisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.