Quantcast

Appalto per la disinfestazione degli immobili comunali, il Tar dichiara estinto il processo

Per i giudici amministrativi il caso è chiuso

Gara d’appalto, da circa 800mila euro, per la derattizzazione e disinfestazione negli ambienti all’aperto e all’interno degli immobili comunali di Pisa, il Tar estingue il giudizio che la società vincitrice del bando aveva istruito contro il municipio.

Una gara prima assegnata in via provvisoria nel 2018 alla Sanicam Italia srl e poi annullata per l’esistenza di un’interdittiva antimafia emessa dalla prefettura di Caserta, provincia dove ha sede legale la società estromessa dall’appalto e segnalata all’Autorità nazionale anticorruzione di Raffaele Cantone. La Sanicam aveva chiesto al Tar l’annullamento di tutti gli atti che avevano portato alla sua esclusione dall’appalto e di quelli con cui Palazzo Gambacorti aveva poi aggiudicato il lotto alla Entomox Srl.

La società casertana nel suo ricorso, aveva chiesto anche un risarcimento del danno per l’equivalente della fornitura del servizio sfumata. La revoca dell’aggiudicazione era stata disposta dal Comune sulla base dell’interdittiva antimafia della prefettura di Caserta. Ma nei giorni scorsi il Tar dei Firenze ha estinto il giudizio perché nel frattempo è stata emessa sentenza da parte del consiglio di Stato sulla richiesta della Sanicam di annullamento della interdittiva antimafia. I giudici di Palazzo Spada avevano respinto l’appello della società campana contro la precedente sentenza del Tar che aveva confermato la legittimità del provvedimento interdittivo antimafia della Prefettura di Caserta. Il procedimento della ditta contro il Comune di Pisa è stato quindi dichiarato estinto. “Considerato che il Consiglio di Stato si è pronunciato in appello, sulla sentenza emessa dal Tar della Campania, sede di Napoli, n. 1861/2018, con sentenza n. 1388 depositata in data 27.02.2019; Considerato che nel termine e nel modo previsti dal citato art. 80, co.1, c.p.a. non è stata presentata alcuna procedura nei termini di rito. Dichiara il giudizio estinto ai sensi dell’art.80 c.p.a. e 305 c.p.c.”. Caso chiuso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.