Quantcast

È di Francesco Pantaleo il corpo trovato carbonizzato a San Giuliano Terme

Si interrompono nella tragedia le ricerche del giovane scomparso da Pisa

Lo ha identificato poco fa l’istituto di genetica forense dell’Univesità di Pisa: è di Francesco Pantaleo il corpo trovato carbonizzato a San Giuliano Terme.

I risultati grazie al dna.

Svolta nelle indagini sulla scomparsa da Pisa del giovane studente siciliano.

Sarà l’autopsia, che verrà eseguita la prossima settimana, a stabilire le cause della morte

Trovato morto carbonizzato a San Giuliano Terme: si ipotizza un omicidio

Finiscono in tragedia le ricerche del giovane 23enne ricercato da giorni: fu il padre dello studente a Pisa a lanciare l’allarme dalla Sicilia.

Studente dell’università di Pisa scomparso, il padre dalla Sicilia: “Aiutatemi a ritrovarlo”

Al momento rimangono aperte tutte le ipotesi sulle cause della morte, dato che non è stato possibile dalla ricognizione autoptica esterna stabilire con certezza se abbia o meno ricevuto traumi. Il corpo carbonizzato era stato ritrovato domenica sera a San Giuliano, e fin da subito gli inquirenti non avevano escluso l’omicidio.

Francesco era iscritto a Ingegneria informatica e avrebbe dovuto sostenere l’ultimo esame del corso di laurea triennale.Nelle scorse ore sulla pagina Fb spotted Unipi, molto frequentata da universitari pisani, una ragazza, rimasta anonima, aveva indirizzato una lettera-appello al giovane sparito nel nulla: “Non ti conosco ma ho avuto il sospetto che sulla tua scomparsa c’entrasse l’università e sai perché? Perché ci sono passata anche io e tantissime volte avrei voluto lasciare tutto perché mi sentivo così in difetto e una continua delusione per i miei genitori. Anche io studiavo ingegneria informatica e più che un corso di laurea per me era una sofferenza”.

Oggi le ricerche dello studente si erano estese anche al fiume Arno, ma purtoppo l’esito degli accertamenti ha portato ad un drammatico riscontro.

Studente scomparso a Pisa, si cerca in Arno: in azione i sommozzatori e anche i droni

Il padre su Facebook ha scritto un post, ringraziando chi gli è stato vicino in questi giorni di ricerche, finite in un dramma immane.

post babbo ragazzo morto carbonizzato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.